Mese: novembre 2015

30/11/2015

Pubblicità online (Fcp-Assointernet, gennaio-ottobre 2015)

I dati di fatturato rilevati dall’Osservatorio Fcp-Assointernet per il periodo gennaio-ottobre 2015, raffrontati allo stesso periodo del 2014.  La tabella in allegato (.xls): fatturato per mese per device/strumento, evidenzia per il mese di ottobre i seguenti dati:

[...]

30/11/2015

Il 27% degli italiani online ha un Ad Blocker. L’analisi di Group M (INFOGRAFICA)

In che fase del ciclo di vita si trova il mercato della pubblicità su Internet oggi? E come impatta sulla pianificazione media e sulla comunicazione in generale la diffusione di strumenti di contrasto della pubblicità come gli adblocker? Qual’ è il sentiment delle persone verso la pubblicità on-line e la percezione dell’offerta pubblicitaria attuale?

[...]

30/11/2015

Il presidente Odg, Iacopino contro le carenze del mondo del giornalismo: io non mi rassegno alla ‘barbaradursizzazione’ dell’informazione

“Io non mi rassegno”. All’insegna di questo grido Enzo Iacopino, presidente dell’Ordine nazionale dei giornalisti, ha aperto a Capodarco di Fermo il XXII Seminario per giornalisti dal titolo ‘Frontiere’.  Dalle interviste a pagamento dei famigliari di vittime di gravi fatti di cronaca, alla complicità “con questa o quella parte politica”;

[...]

30/11/2015

Gino Strada premiato a Stoccolma con il Nobel ‘alternativo’

Oggi a Stoccolma Gino Strada, fondatore di Emergency, ha ricevuto il Premio Nobel alternativo davanti al Parlamento svedese “per la sua grande umanità e la sua capacità di offrire assistenza medica e chirurgica di eccellenza alle vittime della guerra e dell’ingiustizia, continuando a denunciare senza paura le cause della guerra”.

[...]

30/11/2015

Marco Gay entra in Digital Magics come socio: seguirà lo sviluppo dei programmi di open innovation

Nuovo ingresso in Digital Magics: Marco Gay, tramite la società controllata WebWorking, entra nel business incubator come socio con coinvolgimento operativo, unendosi da oggi, 30 novembre 2015, al team composto da: Alberto Fioravanti,Gabriele Ronchini, Layla Pavone, Alessandro Malacart, Luca Giacometti, Gabriele Gresta, Stefano Miari,Michele Novelli, Edmondo Sparano, Gennaro Tesone e Antonello Carlucci.

[...]

30/11/2015

+110% rispetto al 2014 per il Black Friday su ePrice

Segna un raddoppio rispetto all’anno scorso il Black Friday numero cinque di ePrice, operatore italiano nell’e-commerce di prodotti tecnologici, attivo anche nella vendita online di grandi elettrodomestici, parte di Banzai.
“Mettendo uno sopra l’altro i prodotti venduti nel Black Friday arriveremmo più in alto del Monte Bianco”, ha dichiarato Raul Stella, amministratore delegato di ePrice, “Letteralmente

[...]

30/11/2015

Emanuela Ferrandi, direttore creativo di InTesta

Emanuela Ferrandi dal 30 novembre 2015 è il nuovo direttore creativo di InTesta, agenzia di corporate identity appartenente al Gruppo Armando Testa, specializzata nel graphic design e nel copywriting dedicato al below the line. Vanta una decennale esperienza in Interbrand (società leader di brand consulting) dove ha lavorato a livello nazionale ed internazionale con marchi come Lavazza,

[...]

30/11/2015

Anna Masera in uscita dall’ufficio stampa della Camera. L’intenzione della presidente Boldrini, scrive ‘Libero’, è portare l’incarico sotto la sua segreteria

Libero 30/11/2015 – Dal primo di gennaio 2016 la Camera dei deputati non avrà più un capo ufficio stampa. Anna Masera, l’attuale responsabile che fu scelta da Laura Boldrini con una lunga procedura di selezione, ha deciso che la sua esperienza può bastare e preferisce ritornare nel privato (veniva da La Stampa ), terminando il proprio

[...]

30/11/2015

La Rete veloce cammina lenta in Italia: servono 23 permessi ogni 10 km, un’autorizzazione ogni 400 metri. Impossibile rispettare gli impegni di Europa 2020

(Massimo Russo, La Stampa, 30 novembre 2015) La banda ultralarga in Italia cammina all’esasperante lentezza di 23 permessi ogni 10 chilometri di fibra ottica posata. Vale a dire un’autorizzazione ogni 432 metri di cavo. Sì perché, nonostante il piano che prevede fondi strutturali (2,1 miliardi), finanziamenti del governo (circa cinque), investimenti privati (altri cinque), c’è

[...]