Mercato

06 novembre 2015 | 17:51

Radio DeeJay on air con il suo nuovo spot ‘DeeJay: a love story’

Da domenica 8 novembre, per due settimane, Radio Deejay sarà on air con il nuovo spot tv realizzato da Filmmaster Productions per la regia di Federico Brugia. L’agenzia creativa StudioMarani, da anni al fianco della radio, ha promosso e coordinato le attività di User Farm, una hub di condivisione creativa che nel mondo del crowdsourcing è una delle piattaforme tecnologicamente più avanzate del mercato.

“Radio Deejay è con te, ogni giorno, come la rappresenteresti oggi? Scatena la tua immaginazione”, questa la call to action a cui hanno risposto quasi 200 creativi. Tra questi una giuria di qualità, capitanata da Linus e StudioMarani, ha scelto l’idea che più di tutti somiglia al dna di Radio Deejay e alla strada che vuole percorrere.

Da questo seme è nato poi lo script definitivo frutto del lavoro congiunto di Filmmaster Productions sotto la direzione di Federico Brugia e di StudioMarani sotto la direzione di Maurizio Marani e Anna Scardovelli.

“Questa operazione – afferma Lorenzo Cefis, ad di Filmmaster Productions – rappresenta il futuro della comunicazione, in puro stile 2.0, che parte dall’ascolto degli insights della crowd e,con la sapienza delle più alte professionalità, l’esperienza pluriennale di una casa di produzione come Filmmaster Productions, diventa un prodotto all’altezza di uno dei più grandi brand italiani”.

Lorenzo Cefis, ad di Filmmaster Productions:

Lo spot, come si legge nel comunicato, è ambientato negli anni 2000: i protagonisti sono un ragazzo e una ragazza di 15 anni che iniziano la loro tenera storia d’amore. Li seguiamo nelle classiche tappe di crescita dall’adolescenza all’età adulta, per una traiettoria di altri 15 anni, fino ai giorni nostri.
Un passaggio di tempo naturale, scandito dalle classiche prime volte: il primo bacio, la prima vacanza in tenda, le giornate all’università, le corse al parco, e poi la prima casa, la prima auto, la maternità. In questa evoluzione i due non sono mai soli: accanto a loro c’è sempre la presenza sottile di Radio Deejay, che si manifesta nei modi più disparati.
Alcuni dj entrano fisicamente nella loro vita, comparendo in modo discreto e surreale nelle varie scene. In altri casi, saranno il logo della radio e le facce delle star radiofoniche a comparire inaspettatamente su oggetti di uso quotidiano: diari, tazze, calendari, ma anche oggetti più strani come un arbre magique, un pack di biscotti, una pallina dell’albero di Natale, la pagina di un quotidiano.

I due crescono insieme a Radio Deejay finché nasce il loro primo figlio. A un anno di vita, la curiosità è tanta: quale parola dirà per primo questo bel bambino? A sorpresa il bambino dirà: “One nescion, one stescion”.
Uun super chiuderà: “Radio Deejay. One love”