Menzione speciale agli studenti dell’Accademia di Comunicazione in occasione della quinta edizione di JTI Clean City Lab per il progetto #rispettaMI (VIDEO)

Una campanga per sensibilizzare i milanesi a non buttare per terra i mozziconi di sigaretta. Così si sono meritati una menzione speciale per la comunicazione gli studenti dell’Accademia di Comunicazione, che hanno realizzato il progetto #rispettaMI in occasione della quinta edizione di JTI Clean City Lab, il Contest internazionale promosso da Future Concept Lab e da JTI, tra i principali player internazionali nel settore del tabacco.

Il progetto #rispettaMI, si legge in comunicato, ha l’obiettivo di promuovere comportamenti virtuosi tra i fumatori milanesi, sensibilizzandoli al rispetto dell’ambiente. Questa la motivazione con cui la giuria ha attribuito il riconoscimento al progetto: “Il delicato equilibrio tra poesia e denuncia sociale costituisce la forza di questa campagna. Il punto di vista originale e coraggioso porta i cittadini milanesi a riflettere non solo sull’aspetto ecologico, ma anche su quello umano. Un semplice hashtag (#rispettaMI) racchiude in sé una grande potenzialità virale e il coinvolgimento dei senza tetto come guardiani dello spazio pubblico, ribalta il punto di vista, dando visibilità a chi vive la città come la propria casa”.

“Il nostro obiettivo”, spiegano gli studenti, “è contribuire a rendere Milano più pulita, cambiando una cattiva abitudine dei fumatori. Un plus: modificare la percezione che i milanesi hanno dei senzatetto e dare un po’ di sostegno a chi vive per strada. A volte, le lezioni più preziose provengono da fonti inaspettate”. Qui di seguito il video del popgetto #rispettaMI:

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Prs Editore lancia ‘L’Enigmistica in inglese’, rivista trimestrale di giochi in lingua

DeA Planeta Libri lancia un premio letterario per romanzi inediti in italiano

Chiusa la terza edizione di Talenti on Stage, campagna di crowdfunding di Fondazione Tim e Accademia Teatro alla Scala