Jobs Act e contratto giornalistico. In un documento l’analisi delle Fnsi

La Fnsi, Federazione nazionale della stampa italiana, ha inviato alle associazioni regionali di stampa e ai comitati di redazione un documento che analizza le novità introdotte dal Job Act in merito ai rapporti di lavoro, novità che riguardano anche i rapporti di lavoro giornalistico disciplinati dal contratto nazionale.

Raffaele Lorusso (foto Assostampa)

Raffaele Lorusso, segretario della Fnsi (foto Assostampa)

Dal controllo a distanza dell’attività lavorativa, alla cessione dei riposi e delle ferie, dai contratti a termine al lavoro a tempo parziale ecco cosa dicono i nuovi testi del Jobs act, scrivono sul sito della Federazione, spiegando come siano presenti delle novità anche per i giornalisti con rapporto di lavoro autonomo in caso di assunzioni con contratto da dipendente a tempo indeterminato.

Il documento integrale può essere scaricato sul sito della Federazione della stampa, a questo link.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Crimi: tetto a raccolta e limite a contributi per singolo editore. L’Ordine? Anacronistico

Olimpiadi, Malagò: spero nella candidatura a tre ma il Coni fa gli interessi del Paese

Michele Lupi lascia la Mondadori per un gruppo del lusso