Mercato

12 novembre 2015 | 15:09

L’Indice dei Libri del Mese si rinnova con l’integrazione fra carta e sito web

L’Indice dei Libri del Mese si rinnova, per essere ancora più vicino all’attualità e all’editoria contemporanea, puntando anche sul rafforzamento ed aggiornamento della propria storia con un nuovo vestito per il web. L’opera di rinnovamento è stata dettata dai suoi lettori che, attraverso il crowdfunding hanno sostenuto il processo di aggiornamento del periodico che guarda ai nuovi spazi della comunicazione di oggi, mantenendo al centro lo storico dna che ha fatto di questo mensile di informazione culturale un punto fermo nel dibattito intellettuale e letterario italiano dagli anni ’80 a oggi.

L’Home page de L’Indice dei Libri del Mese

Il sito, come si legge nel comunicato stampa, è una finestra che vuole dare spazio a ciò che già c’è su carta e al contempo creare nuove suggestioni, come ricorda il direttore Mimmo Càndito: “L’Indice si rinnova e si amplia: un deposito di nuovi linguaggi, nuovi modi per parlare di libri, di cultura, di attualità. Il pubblico dei nostri lettori ci ha affiancato nel sostenere questo cammino che, grazie al passaparola e ai meccanismi di endorsement digitale, siamo fiduciosi allargherà il bacino di chi legge L’Indice per organizzare le proprie scelte editoriali”.

La rinnovata piattaforma online www.lindiceonline.com accompagna lo storico cartaceo, nelle librerie ed edicole italiane dal 1984, completandolo, attraverso la multimedialità (link, video, approfondimenti esclusivi) e una pianificazione di contenuti, aperti o dedicati agli abbonati.

Sul web, il mensile riparte dalla propria storia, inaugurando C’era una volta l’Indice, l’archivio di conversazioni e dibattiti tra giornalisti, scrittori e accademici ospitati negli oltre 30 anni di pubblicazioni. A partire da alcuni scritti di Francis Scott e Zelda Fitzgerald al primo articolo pubblicato sul primo numero della rivista nel 1984 – Il manifesto del critico letterario – di Cesare Cases, quest’area del sito, in progressiva espansione, diventerà la memoria storica del mensile, un inestimabile archivio di conversazioni che toccano storia e filosofia, cinema e scienza, arte e musica, politica e narrativa.

Il dialogo costante tra la carta e l’online è stato inaugurato nel mese di ottobre con lo speciale Primo Levi, uscito in parallelo alla pubblicazione di The Complete Works, la prima opera omnia di uno scrittore italiano integralmente tradotto in inglese grazie all’editore americano Liveright. Lo speciale contiene sei lavori ritrovati dello scrittore e chimico torinese, selezionati dal centro studi Primo Levi di Torino e ora riproposti integralmente sul sito www.lindiceonline.com.
I contenuti dell’online seguono i grandi temi e i fili conduttori del cartaceo con un’attenzione particolare alle dinamiche del web: Osservatorio è l’ approfondimento del dibattito culturale, politico ed economico; Letture sono le recensioni e approfondimenti sulle novità editoriali; Focus è la valorizzazione dei vari ambiti scientifici e artistici; Geografie è una rubrica dedicata ai viaggi, intesi come itinerari sia letterari che semantici, con un’apertura ai principali fenomeni trasversali internazionali (villaggio globale). Sono infine previsti spazi dedicati alle interviste e agli incontri (librerie). Il sito vuole essere una piattaforma per permettere ai lettori dell’Indice di formare una comunità, anche attraverso i social e, se da un lato i contenuti del cartaceo hanno
trovato e troveranno maggior spazio e respiro, dall’altro l’Indice potrà seguire con più agilità e puntualità l’attualità editoriale e letteraria.

L’edizione cartacea di novembre de L’Indice dei Libri del Mese

L’occasione per inaugurare il nuovo percorso dell’Indice è venerdì 13 novembre 2015 presso il Toolbox Coworking a Torino.