13 novembre 2015 | 17:26

Facebook prende spunto da Snapchat e lancia i messaggi che si autodistruggono in un’ora

Facebook sta per introdurre una novità per quanto riguarda il servizio di messaggistica istantanea: i messaggi che, una volta spediti e letti dal destinatario, si cancellano. Il social network, che ha preso spunto dall’app di Snapchat,sta testando in Francia la possibilità di inviare messaggi, tramite l’applicazione di Messenger, impostando la loro autoeliminazione un’ora dopo l’invio.

Bobby Murphy ed Evan Spiegel, fondatori di Snapchat

Bobby Murphy ed Evan Spiegel, fondatori di Snapchat

“I messaggi che scompaiono offrono alle persone un’altra funzionalità divertente quando si comunica su Messenger”, ha spiegato la società senza rendere noto se e quando l’opzione sarà a disposizione in altri paesi.
I messaggi che si autodistruggono hanno reso popolare l’app di Snapchat, che proprio Facebook due anni fa aveva tentato di acquistare mettendo sul piatto 3 miliardi di dollari, ma sono presenti anche su altre applicazioni tra cui Line e WeChat, la chat più popolare della Cina.

La stessa Facebook, riporta Ansa, già nel 2012 aveva provato a introdurre qualcosa di simile: si chiamava poke e consentiva di mandare foto e video che si autodistruggevano, ma il progetto non è mai decollato. I messaggini non sono l’unico terreno di sperimentazione di Facebook, che ha annunciato anche il test di video pubblicitari a 360 gradi. A settembre il social aveva lanciato i filmati immersivi, che consentono all’utente di cambiare prospettiva, sui dispositivi Android. La funzionalità, già presente su YouTube, ora viene estesa anche agli iPhone e, contestualmente, arriva a disposizione degli inserzionisti. Tra le aziende che la sperimenteranno ci sono anche Disney e Samsung.