20 novembre 2015 | 18:40

Uno spot per celebrare il 21 novembre il World Television Day. Protagonisti i più giovani e il loro amore per la tv che esce dal piccolo schermo e abbraccia anche i nuovi device (VIDEO)

Il 21 novembre si celebra la Giornata mondiale della tv proclamata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1996, riconoscendo il ruolo centrale che la televisione ha nella condivisione della vita sociale, civile ed economica di ogni paese, garantendo ovunque pluralismo e diversità culturale.
Patrocinata da Ebu (European Broadcasting Union), Act (Association of Commercial Television in Europe) ed Egta (Associazione europea, con base a Bruxelles, delle concessionarie di pubblicità tv e radio), quest’anno la giornata avrà come protagonisti i giovani e il loro rapporto con il piccolo schermo, al quale, secondo i dati raccolti da Ebu, dedicano poco più di 2 ore al giorno. Un rapporto in evoluzione, che oggi viene vissuto guardando i programmi tv anche attraverso device diversi, inclusi smartphone e tablet.

E proprio questo sarà il tema al centro dello spot di 30 secondi che domani sarà trasmesso dalle più importanti tv d’Europa, Asia, Canada, Stati Uniti e Australia. Il simbolo che caratterizza lo spot è il cuore disegnato nell’aria dai giovani protagonisti con le dita, accompagnato dallo slogan ‘We love tv’. L’invito per tutti è quello anche di condividere e raccontare sui social l’amore per la tv usando gli hashtag #WeloveTV e #WorldTVDay.

“I giovani hanno abbracciato più di tutti gli altri gruppi di telespettatori le nuove opportunità di guardare contenuti tv dovunque, in ogni momento e su diversi device, senza però abbandonare il ruolo centrale della tv”, ha detto Jan Isenbart, presidente dell’Egta.

Tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.worldtelevisionday.com.