New media, Pubblicità, Televisione

20 novembre 2015 | 18:25

Sempre più italiani commentano i programmi tv su Twitter. Inserzionisti ed emittenti se ne sono accorti (INFOGRAFICHE)

Cresce l’interesse di emittenti televisive e inserzionisti pubblicitari per l’attività social su Twitter connessa alla televisione. Tra settembre e ottobre 2015, infatti, sono stati postati 8,8 milioni di messaggi su Twitter da 416mila utenti, autori unici dei tweet relativi a circa 3mila programmi trasmessi dalle emittenti italiane nel periodo. In crescita rispettivamente del +54% e del +16% il numero di tweet e di utenti (autori unici) attivi nel commentare i programmi, se paragonati al medesimo periodo 2014. A diffondere i dati, riepilogati nell’infografica qui sotto, è stata Nielsen Social.

L’aumento delle attività e interazioni sui social per commentare con tweet i programmi tv ha contribuito ad elevare il livello dell’”attenzione da parte di broadcaster e inserzionisti”, spiega Nielsen. E “i dati dimostrano che il fenomeno della social tv è nel pieno della sua fase di espansione in Italia”.

Due sarebbero i principali driver della crescita del traffico dati, secondo Nielsen: Il primo è il consolidarsi dell’abitudine di commentare i programmi sui social da parte degli spettatori: ci sono più autori unici che scrivono di più rispetto a un anno fa. E il fenomeno non riguarda solo giovani e giovanissimi. Il secondo, invece, è il fatto che broadcaster e inserzionisti sembrano più consapevoli della portata di questa opportunità di interazione col pubblico televisivo.

I generi televisivi più commentati sono stati talent e reality show ed eventi sportivi in diretta. Seguono talk show e programmi di news. Rilevante anche il peso di eventi speciali grazie in particolare agli Mtv Ema. Altri programmi particolarmente seguiti e commentati sui social sono stati, infinine, X-Factor, Bake Off, Pechino Express, Grande Fratello, la finale femminile tutta italiana degli US Open tra Flavia Pennetta e Roberta Vinci e le ultime gare della MotoGP con le polemiche tra Valentino Rossi, Marc Marquez e Jorge Lorenzo.