23 novembre 2015 | 17:55

Una ciotola di croccantini con l’invito a servirsi. Gli insoliti ringraziamenti della polizia federale belga agli abitanti di Bruxelles e ai gattini condivisi sui social durante l’operazione antiterrorismo di domenica sera

Un’invasione di gattini, dalle foto più divertenti o tenere trovate online a quelli di casa, e fino ai fotomontaggi con mici in versione ‘sentinelle’ alle finestre o ‘cecchini’ alle porte. Ecco la reazione degli abitanti di Bruxelles sui social durante l’imponete operazione di Polizia scattata ieri sera che ha avuto come teatro la Grand Plaze e le zone limitrofe.

Davanti alla richiesta di ‘silenzio radio’ delle forze dell’ordine non solo ai media ma soprattutto agli utenti dei social per evitare che i ricercati traessero vantaggio dalle informazioni postate dagli abitanti, per confondere i terroristi iperconnessi a social e siti d’informazione, riassume l’Agenzia Ansa, sotto l’hashtag #BrusselsLockdown sono spuntati migliaia di gattini. E anche ‘Le Soir’, il principale quotidiano francofono del Paese, si è adeguato, aprendo la homepage con la foto di un micione grigio.

La polizia federale non è stata da meno, e questa mattina  ha inviato un tweet di ringraziamento, postando la foto di un’enorme ciotola targata piena di crocchette. E il messaggio “Per i gatti che ci hanno aiutato ieri sera… Servitevi!”. Scontata la pioggi di retweet e ‘mi piace’, senza contare poi gli screenshot, i link e i tag su Facebook.