26 novembre 2015 | 17:33

Si rafforza la collaborazione tra Milano e Torino per il Festival MiTo con Nicola Campogrande direttore artistico: maggiori sinergie sul piano finanziario e comunicativo

Il nuovo protocollo di intesa sottoscritto tra i comuni di Milano e Torino conferma l’impegno delle due città per la realizzazione delle prossime edizioni di MiTo Settembre Musica. E Nicola Campogrande è il nuovo direttore artistico del Festival, in seguito alla valutazione unanime da parte dei sindaci di Milano e Torino del progetto artistico presentato.

Sono le novità del Festival MiTo che, riferisce una nota, continuerà, anche nel suo rinnovato assetto, a perseguire l’obiettivo di affermarsi come una delle più importanti rassegne musicali nazionali e internazionali. Le edizioni di MiTo realizzate fino ad ora, dal 2007 al 2015, hanno posizionato il Festival tra le manifestazioni musicali di maggior rilievo nel panorama italiano e internazionale grazie a un modello aperto, con una politica dei prezzi di massima accessibilità al fine di avvicinare la musica d’arte a un pubblico sempre più vasto.

Le giunte di Milano e Torino hanno approvato le linee guida del nuovo protocollo d’intesa attraverso il quale sarà rinnovata la struttura direttiva e organizzativa del Festival. Il nuovo protocollo – il precedente è in scadenza il 31 dicembre 2015 – impegnerà le due città nella realizzazione delle prossime edizioni di MiTo Settembre Musica in base a un progetto artistico e un programma finanziario comuni e secondo un piano sempre più condiviso di comunicazione e promozione, al fine di diffondere un’immagine unitaria della manifestazione.

Per quanto concerne l’attuazione del Festival nelle due città, i due soggetti attuatori saranno la Fondazione per la cultura Torino per la Città di Torino e la Fondazione i pomeriggi musicali per la Città di Milano. L’Associazione per il festival internazionale della musica di Milano ha infatti cessato nel settembre scorso l’attività relativa all’organizzazione e gestione del Festival.