30 novembre 2015 | 16:29

Marco Gay entra in Digital Magics come socio: seguirà lo sviluppo dei programmi di open innovation

Nuovo ingresso in Digital Magics: Marco Gay, tramite la società controllata WebWorking, entra nel business incubator come socio con coinvolgimento operativo, unendosi da oggi, 30 novembre 2015, al team composto da: Alberto Fioravanti,Gabriele Ronchini, Layla Pavone, Alessandro Malacart, Luca Giacometti, Gabriele Gresta, Stefano Miari,Michele Novelli, Edmondo Sparano, Gennaro Tesone e Antonello Carlucci.

Secondo quanto si spiega sul comunicato stampa, all’interno di Digital Magics, Marco Gay contribuirà a rafforzare la leadership dell’incubatore, dando impulso ai progetti della piattaforma nazionale di innovazione per il Digital Made Italy – che insieme a Talent Garden e Tamburi Investment Partners ha l’obiettivo di sviluppare oltre 100 startup nei prossimi due anni, con l’apertura di 50 nuovi campus di co-working, favorendo anche l’ingresso di nuovi investitori. In particolar modo Gay seguirà lo sviluppo dei programmi di Open Innovation.

Marco Gay

Torinese, classe 1976, la carriera imprenditoriale di Gay inizia nell’azienda di famiglia Proma, società operante nel settore vetro-ceramica, successivamente venduta alla Saint-Gobain Abrasivi e prosegue come consulente aziendale in ambito commerciale e human resources. Dal 2000 è co-founder e ceo di WebWorking, occupandosi di Management aziendale con specializzazione in management for business, in particolare business strategy, communication, web marketing. Nel 2007 acquisisce quote di Ottovolante, società specializzata in digital project per il settore farmaceutico e ne diventa l’amministratore delegato. Successivamente entra nell’agenzia pubblicitaria GSW WorldWide Italy come ceo, con il compito di integrare l’agenzia con il network internazionale inVentiv Health.È co-fondatore di AD2014, startup innovativa che opera nell’Internet of Things, e di Torino1884 nel settore del food&beverage con una focalizzazione su prodotti che appartengono alla tradizione e alla storia locale enazionale. Dal 2014 ricopre anche il ruolo di presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria e vice presidente di Confindustria.