Televisione

30 novembre 2015 | 17:21

‘Il giovane Montalbano’ su Rai1 ottiene una share del 19,8%; ‘Il Segreto’ su Canale5 si ferma al 16,8%

(ANSA) Ancora una vittoria, in prima serata, per il Giovane Montalbano, che ieri sera ha ottenuto 4 milioni 784 mila spettatori e il 19.82% di share. La fiction di Rai1 è però tallonata dalla soap di Canale5 Il Segreto, vista da 4 milioni 370 spettatori e il 16.82% di share.

Su Rai3 Che Tempo che Fa è stato scelto da 3 milioni 224 mila spettatori con l’11.58%, seguito da Report con 1 milione 805 mila spettatori (7.51%).

Michele Riondino, l’attore che interpreta il giovane commissario Montalbano (foto Olycom)

Nell’access prime time, Affari tuoi su Rai1 è il programma più visto della giornata con 5 milioni 20 mila spettatori e il 18.22%, mentre Paperissima Sprint su Canale5 ha avuto 3 milioni 463 mila spettatori e il 12.61%. Su La7 Crozza nel Paese delle Meraviglie è stato visto da 643 mila spettatori con il 2.35%. Il prime time è andato a Rai1 con 4 milioni 784 mila spettatori e il 17.36% di share, contro i 3 milioni 999 mila spettatori e il 14.51% di Canale5. A livello generale le reti Rai sono avanti nella prima serata con 11 milioni 14 mila spettatori e il 39.96% di share contro gli 8 milioni 934 mila spettatori e il 32.41% di Mediaset, nella seconda serata con 4 milioni 265 mila spettatori e il 36.92% di share (3 milioni 600 mila spettatori e il 31.16% per Mediaset) e nell’intera giornata con 4 milioni 605 mila spettatori e il 37.52% di share contro i 3 milioni 638 mila spettatori con il 29.64% delle reti di Cologno Monzese. Nella sfida tra i tg prevale il Tg1 con 5 milioni 419 mila spettatori pari al 21.78% di share; segue il Tg5 con 3 milioni 887 mila (15.51%) e quindi il TgLa7 con 1 milione 52 mila (4.21%). Sempre in prime time su Italia1 è andato I fantastici quattro che ha ottenuto 1 milione 972 mila spettatori con il 7.7%. Rai2 proponeva il doppio appuntamento con la serie NCIS – Unità anticrimine: il primo episodio è stato scelto da 1 milione 944 mila spettatori con il 6.86% di share, mentre il secondo da 1 milione 945 mila spettatori con il 7.14%. Su Rete4 il nuovo Maurizio Costanzo Show ha registrato 900 mila spettatori con il 4.1%. Su La7, il film Geronimo si è fermato a 375 mila spettatori con l’1.5% di share.

Su Sky lo share della prima serata è stato del 9,7%, quello della seconda serata del 9,2% e quello dell’intera giornata del 9,7%. In primo piano il Calcio con le partite della 14^ giornata del Campionato Italiano di Serie A. Le gare delle 15 hanno avuto – secondo lo Smart Panel Sky – un’audience media complessiva di 946.096 spettatori con il 5,47% di share secondo Auditel. In particolare, l’appuntamento con Diretta Gol, su Sky Supercalcio HD, ha raccolto in media davanti alla tv – secondo lo Smart Panel Sky – 422.702 spettatori. In serata, il posticipo Palermo-Juventus, dalle 20.45 su Sky Sport 1 HD, Sky Supercalcio HD e Sky Calcio 1 HD, ha raccolto nel complesso – secondo lo Smart Panel Sky – 1.489.472 spettatori (4,86% di share secondo Auditel). Sky segnala anche il match delle 18, Empoli-Lazio, su Sky Supercalcio HD e Sky Calcio 2 HD, visto, secondo lo Smart Panel Sky, da 475.118 spettatori complessivi. Per il calcio internazionale, la partita di Premier League inglese, Tottenham-Chelsea, dalle 13 su Fox Sports HD, ha avuto 157.690 spettatori. Per lo Sport, la Formula 1: il Gran Premio di Abu Dhabi, dalle 14 circa su Sky Sport F1 HD, Sky Sport 1 HD e i canali del mosaico interattivo in HD, è stato visto- secondo i dati Auditel – da 707.103 spettatori complessivi. Sky segnala anche gli appuntamenti con “Paddock Live”: quello pre gara, dalle 12.25 circa su Sky Sport F1 HD e Sky Sport 1 HD, ha raccolto – secondo dati Auditel – 162.724 spettatori complessivi, mentre quello post gara, dalle 16 circa sugli stessi canali, ha ottenuto 141.441 spettatori complessivi. Per il Cinema, il film “Fair Game – Caccia alla spia”, dalle 21.10 circa su Sky Cinema 1/+1 HD e su Sky On Demand, è stato visto nel complesso – secondo lo Smart Panel Sky – da 237.864 spettatori. (ANSA, 30 novembre 2015)