01 dicembre 2015 | 11:11

Zuckerberg, Page e Cook alla guida della MediaGuardian 100. Ecco chi sono secondo il giornale inglese i signori del potere mediatico

Nell’anno in cui Facebook tocca la cifra record di 1 miliardo di utenti connessi in un solo giorno, Mark Zuckerberg conquista la vetta della classifica dei 100 uomini più potenti dei media, la classifica stilata dal Guardian, giunta alla sua 15esima edizione.La lista conferma la crescente influenza dei gruppi tech americani visto che, alle spalle del papà di Facebook, si piazzano Larry Page, co-founder di Google, ora ceo della holding Alphabet, e Tim Cook, ceo di Apple.

Più staccato, in settima posizione il ceo di Amazon, Jeff Bezos. Tra i volti della politica inglese si piazza George Osborne, il cui nome si è legato alla ‘Google Tax’, oltre che alla discussa decisione di far pagare alla BBC il canone per gli over 75.

Trentuno le donne presenti nella lista di quest’anno, con la cantante Taylor Swift e Sharon White, a capo dell’autorità pubblica di controllo sui media in Gran Bretagna, inserite nella top ten, rispettivamente all’ottavo e al decimo posto.Tra le grandi della tecnologia la più potente è Susan Wojcicki, chief executive di YouTube, mentre tra le donne più potenti dei media inglesi al 15esimo posto si piazza Rebekah Brooks, chief executive di News Uk, che controlla il Sun e Times, e Charlotte Morre, della BBC1.