09 dicembre 2015 | 15:22

È Angela Merkel la persona dell’anno del Time. Batte il Califfo Al Baghdadi, fondatore dell’Isis, e Donald Trump

Il riconoscimento è andato alla cancelliera tedesca per “la sua leadership nell’aver promosso e mantenuto un’Europa aperta e senza confini di fronte alla crisi economica e a quella dei profughi”. La scelta, scrive Tgcom24,  è stata rivelata dalla dirigente del settimanale, Nancy Gibbs: “In un anno in cui i leader mondiali sono stati messi alla prova lungo tutto l’anno, nessuno lo è stato come lei”.

La cancelliera tedesca è la quarta donna a essere eletta “persona dell’anno” dalla rivista statunitense. La prima fu Wallis Warfield Simpson nel 1936 seguita dalla regina Elisabetta II nel 1952 e da Corazon Aquino nel 1986. Nel 1975 la copertina della persona dell’anno andò collettivamente alle “donne americane”.

Tra i finalisti della classifica 2015 c’erano gli attivisti di Black Lives Matter arrivati quarti. Al quinto posto Hassan Rouhani seguito da Travis Kalanick e Caitlyn Kenner, settimo nella lista.

Dal 1927 il Time dedica la copertina dell’ultimo numero dell’anno alla “persona”, un uomo o una donna ma anche un gruppo o un’idea, che “nel bene o nel male, ha fatto il massimo per influire sugli eventi dell’anno”.

Altri riconoscimenti – Soon May Ling e Chiang Kai Shek sono stati eletti in coppia nel 1936. Nel 2005, nella categoria “i samaritani”,sono apparsi in copertina Melinda Gates con il marito Bill Gates e Bono Vox. Nel 2002 la cover story dell’anno è stata dedicata a tre donne “whistleblower” che hanno portato in luce magagne all’FBI, Worldcom e Enron.