Mercato

10 dicembre 2015 | 18:24

Mango abbandona il catalogo cartaceo e punta tutto su web e app per la campagna di comunicazione primavera-estate 2016

Il marchio di moda spagnolo Mango, a partire dal mese di febbraio, contestualmente all’arrivo della nuova collezione primavera-estate 2016, fornirà ogni quindici giorni ai propri negozi i capi di maggiore tendenza del momento, per rispondere alle esigenze del mercato. Rapidità e immediatezza saranno i fattori chiave della nuova strategia e, di conseguenza, tutti i team Mango concentreranno i propri sforzi per far arrivare ai punti vendita il prodotto giusto al momento giusto.

Questo grande cambiamento implicherà una trasformazione a livello di comunicazione, in cui le tendenze svolgeranno un ruolo decisivo. Ogni mese il marchio lancerà una campagna pubblicitaria diversa la cui protagonista sarà la tendenza del momento, rappresentata dal volto che meglio la definisce. Inoltre il marchio pubblicherà ogni quindici giorni nuovi contenuti digitali per comunicare nel modo più immediato le ultime novità della collezione, disponibili presso i punti vendita.

Al fine di adattare supporti e strumenti di comunicazione all’era digitale, Mango interromperà la stampa del catalogo in tutte le sue versioni, del quale fino a oggi sono state distribuite oltre 22 milioni di copie l’anno. Il marchio scommetterà invece su una comunicazione basata sul canale online (web, rss e app), con i contenuti più attuali, dinamici e innovativi.

Questo gli consentirà di comunicare le ultime novità sui prodotti in modo più rapido, utilizzando uno dei canali che meglio conosce dato che è stato pioniere nel settore online creando la prima pagina web aziendale nel 1995 e lanciando 5 anni dopo il primo e-commerce. Attualmente il fatturato delle vendite online rappresenta già il 10% del fatturato totale dell’azienda.

L’azienda, che attualmente vanta oltre 2.700 punti vendita distribuiti in 109 Paesi, ha chiuso l’esercizio 2014 con un fatturato del Gruppo Consolidato Mango-Mng Holding pari a 2.017 milioni di euro, registrando così un aumento del 9,3% rispetto al 2013, generando un Ebitda di 223 milioni di euro.