11 dicembre 2015 | 18:20

Aumenta la voglia di spettacolo e di cultura nel nostro Paese. Lo dice la Siae secondo cui il volume d’affari del sistema è cresciuto dell’11,46%

Dai dati dello spettacolo rilevati dalla Società Italiana degli Autori e degli Editori nel primo semestre 2015 emerge infatti una tendenza molto positiva, particolarmente evidente per cinema, teatro, concerti e mostre ed esposizioni. Rispetto allo stesso periodo del 2014, sono cresciuti tutti gli indicatori: il numero di spettacoli (quindi l’offerta) +0,67%, gli ingressi +3,64%, la spesa al botteghino +5,67%, la spesa del pubblico +9,73% ed il volume d’affari +11,46%.

Nella prima metà del 2015 il cinema è in decisa fase espansiva, una tendenza che fa ben sperare per l’andamento dell’intero anno. Queste le percentuali rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente: spettacoli +0,30%, ingressi +4,46%, spesa al botteghino +9,26%, spesa del pubblico +10,88% e volume d’affari +10,88%. Il prezzo medio d’ingresso è aumentato del 4,60%. Risultati molto positivi anche per l’attività teatrale, che vede tutti gli indicatori in crescita: spettacoli +2,79%, ingressi +0,13%, spesa al botteghino +4,28%, spesa del pubblico +5,91%, volume d’affari +5,85%. Da sottolineare, in particolare, il buon andamento dei dati nella prosa, nella lirica, nel circo e nell’arte varia. Anche i concerti nei primi sei mesi dell’anno hanno prodotto un risultato ampiamente positivo: spettacoli +8,09%, ingressi +8,84%, spesa al botteghino +7,28%, spesa del pubblico +7,17%, volume d’affari +4,18%. La tendenza è confermata in tutti i settori – concerti classici, concerti di musica leggera e concerti jazz – con aumenti percentuali talvolta di molto superiori al 10%. Segni generalmente positivi per l’attività sportiva. Se il numero di spettacoli è in diminuzione (-1,29%), tutti gli altri indicatori sono in aumento: ingressi +2,48%, spesa al botteghino +4,03%, spesa del pubblico +21,09% e volume d’affari +20,14%. I migliori risultati sono stati realizzati dal calcio e dagli sport individuali. Nel primo semestre del 2015 anche le attrazioni dello spettacolo viaggiante hanno evidenziato un andamento nel complesso positivo. Crescono infatti gli ingressi (+15,27%), la spesa al botteghino (+23,75%), la spesa del pubblico (+13,36%) e il volume d’affari (+13,22%); in lieve flessione soltanto l’offerta di spettacoli, diminuita dello 0,41%. Anche il settore delle mostre ed esposizioni continua a manifestare segnali di apprezzamento. Tutte le tendenze degli indicatori sono positive: spettacoli +13,20%, ingressi, +9,78%, spesa al botteghino, +3,52%, spesa del pubblico +22,18% e volume d’affari +21,87%.

In termini di ripartizione geografica, se si escludono alcune flessioni nel nord-est e nelle isole, si registra una crescita di tutti gli indicatori di area. Tra le città con oltre trecentomila abitanti, Bari, Firenze e Palermo hanno riportato un andamento totalmente positivo. In crescita anche gli indicatori di Milano e Torino, ad eccezione del dato riferito agli ingressi.

Nella prima metà dell’anno, Vasco Rossi guida la classifica dei primi dieci concerti campioni d’incasso al botteghino con la sua esibizione allo stadio Meazza di Milano il 18 giugno ed è presente ben cinque volte nella top ten con le altre date a Milano, Bologna, Firenze e Bari nello stesso mese. Il film campione d’incassi nel primo semestre 2015 è stato Cinquanta sfumature di grigio diretto da Sam Taylor-Johnson. Nella top ten del teatro, conquista la prima posizione lo spettacolo di Enrico Brignano Evolushow. Tra le opere liriche, si è attestata al primo posto l’Aida di Giuseppe Verdi, andata in scena al Teatro alla Scala di Milano.

I dati completi del primo semestre 2015 sono disponibili, come di consueto, sul sito SIAE al link: https://www.siae.it/it/chi-siamo/lo-spettacolo-cifre/losservatorio-dello-spettacolo