New media

11 dicembre 2015 | 18:00

Facebook, Twitter e non solo. Ecco come gli italiani si dividono tra i diversi social network. L’analisi di DataMediaHub a partire dai dati Censis (INFOGRAFICHE)

Secondo l’ultimo rapporto Censis sulla situazione sociale del Paese, pubblicato il 4 dicembre scorso, è sempre più alto il numero di italiani attivi sui social network. Partendo dai dati contenuti nel capitolo dedicato proprio a comunicazione e media, DataMediaHub ha elaborato una serie di grafici relativi proprio alla penetrazione dei principali social in Italia.

Complessivamente, spiega il sito, si registra una crescita a doppia cifra, con Facebook che risulta essere indiscutibilmente il social più usato, frequentato dal 50,3% degli italiani (nel 2013 erano il 44,3%). Alle sue spalle YouTube, utilizzato dal 42% dei nostri connazionali (38,7% nel 2013), e Twitter, usato dal 10% della popolazione, anche se il sito di microblogging registra una crescita molto limitata rispetto agli altri social. Raddoppia i suoi utenti Instagram, passando dal 4,3% del 2013 al 9,8% del 2015. In crescita anche LinkedIn utilizzato dal 5% degli italiani.

Scendendo nel dettaglio e analizzando l’uso dei social in relazione alle diverse fasce d’età, spiega DataMediaHub, emerge come il 77,4% degli under 30 è iscritto a Facebook, contro appena il 14,3% degli over 65. Il 72,5% dei giovani usa Youtube, con un tasso di penetrazione molto vicino a quello di Facebook, mentre solo il 6,6% degli ultrasessantacinquenni lo usa almeno una volta alla settimana.

Molto alta la penetrazione di Instagram nella fascia d’eta 14–29 anni, pari al 26.1%, il triplo rispetto al 2013. Sorte contraria per Twitter, che, benchè usato da quasi un quinto della popolazione di quella fascia d’età, registra un calo rispetto a due anni fa.