TLC

17 dicembre 2015 | 8:34

Il Cda di Telecom Italia ha accertato l’assenza dei requisiti di eleggibilità dei nuovi membri Vivendi

Il Cda di Telecom Italia, scrive una nota del gruppo, si è riunito il 16 dicembre 2015 sotto la presidenza di Giuseppe Recchi  ha accertato l’assenza di cause di ineleggibilità in capo ai Consiglieri di nuova nomina Arnaud Roy de Puyfontaine, Stéphane Roussel, Hervé Philippe e Félicité Herzog, accertando altresì il possesso dei requisiti di indipendenza qualificati, di cui al Codice di Borsa Italiana, in capo a quest’ultima.

Arnaud de Puyfontaine, ceo di Vivendi (foto Olycom)

Attualmente si qualificano pertanto come Consiglieri indipendenti, ai sensi del citato Codice, Davide Benello, Lucia Calvosa, Flavio Cattaneo, Laura Cioli, Francesca Cornelli, Giorgina Gallo, Félicité Herzog, Denise Kingsmill, Luca Marzotto e Giorgio Valerio; gli stessi Consiglieri hanno dichiarato il possesso dei requisiti d’indipendenza ai sensi del Testo Unico della Finanza, che valgono altresì per il Consigliere Jean Paul Fitoussi.

In relazione alla mancata approvazione assembleare della proposta di autorizzazione dei nuovi Consiglieri al proseguimento delle attività indicate nei rispettivi curricula vitae, con svincolo dal divieto di concorrenza rispetto a dette attività, il Consiglio di Amministrazione ha avviato gli approfondimenti opportuni.

I curricula vitae dei nuovi Consiglieri sono disponibili sul sito internet della società, all’indirizzo www.telecomitalia.com/tit/it/about-us/corporate-bodies/board-of-directors/composition.html. Nessuno di loro detiene partecipazioni in titoli azionari emessi dalla Società.

Il Consiglio di Amministrazione ha inoltre avviato l’esame delle linee del Piano Industriale 2016-2018, che si prevede sarà finalizzato a febbraio 2016, con successiva diffusione degli obiettivi di guidance alla comunità finanziaria.

Infine, il Consiglio ha finalizzato il calendario delle riunioni di approvazione dei resoconti finanziari per l’anno 2016, che si riporta di seguito:

 

4 11 febbraio – Consiglio di Amministrazione per l’approvazione dei dati preconsuntivi

4 17 marzo – Consiglio di Amministrazione per l’approvazione del progetto di bilancio d’esercizio e del bilancio consolidato al 31 dicembre 2015

4 5 maggio – Consiglio di Amministrazione per l’approvazione del resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2016

4 25 maggio – Assemblea per l’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2015

4 2 agosto – Consiglio di Amministrazione per l’approvazione della relazione finanziaria semestrale 2016

4 10 novembre – Consiglio di Amministrazione per l’approvazione del resoconto intermedio di gestione al 30 settembre 2016

 

Eventuali variazioni delle date sopra indicate saranno comunicate senza indugio.

 

Le conference call per la presentazione dei dati contabili alla comunità finanziaria si svolgeranno, di norma, successivamente alla riunione di approvazione da parte del Consiglio di Amministrazione.