21 dicembre 2015 | 18:20

Giuseppe Sala candidato sindaco di Milano? Si può fare solo a determinate condizioni, dice ai suoi l’ex commissario unico di Expo: lo farei per amore della mia città, non certo per ambizione

di Matteo Rigamonti – Giuseppe Sala candidato sindaco di Milano? “Si può” fare. Ma solo a “determinate condizioni”. Lo ha confermato l’ex commissario unico di Expo 2015 in persona in occasione del brindisi di Natale con tutti i membri della squadra allargata che per sei mesi hanno lavorato sul sito espositivo, ribadendo ciò che aveva già dichiarato a Fabio Fazio di fronte alle telecamere di Che Tempo che fa.

Sala, di fronte ad oltre 200 persone che l’hanno accolto tra gli applausi all’interno di Padiglione Zero, ha tenuto a dire “solo tre parole su ciò che mi accingo a fare”. “L’unica cosa che voglio dirvi è la pura verità: non è che io non sia uno ambizioso”, ha precisato Sala, “e ho fatto molta parte della mia vita a cercare di soddisfare il mio bisogno di affermazione. Ora però, obiettivamente, non è più così. Ho fatto l’Expo, e mi è riconosciuto, e se penso di continuare a lavorare nel pubblico, lo penso per amore della mia città, per senso di responsabilità e perchè voglio continuare a dare un contributo in questo percorso”.

“Sappiate che è così e vi prego di crederci”, ha ribadito Sala al team di Expo, invitando tutti ad “avere la consapevolezza che perfino questa mia decisione deriva da quello che voi mi avete aiutato a fare”. Expo, infatti, ha ricordato Sala, “è stato un semestre memorabile nella storia d’Italia, sei mesi indimenticabili nella storia di ciascuno di noi”. E ancora: “Credo che la gente abbia capito cosa c’era dietro a noi e alla nostra volontà, alla nostra voglia di fare: siamo stati uniti, abbiamo veramente messo un amore verso questa Expo e ci siamo resi conto di essere protagonisti di un evento importante per il nostro Paese”.

“Sono uscito dall’Expo rinfrancato”, ha concluso, “stanco come tutti voi, ma sereno di aver fatto il mio dovere, grazie al vostro contributo, e questo mi ha fatto decidere che si può”. Anche se ha subito precisato: “non sono dell’idea che tutto si può nella vita… tutto si può solo se ci sono determinate condizioni”.

A seguire, la comitiva si è recata per l’ultima foto di gruppo con alle spalle il Decumano in procinto di essere dismesso per poi festeggiare con un brindisi all’interno di ciò che è rimasto del Media Centre.