07 gennaio 2016 | 15:03

Marissa Mayer sotto pressione. L’azionista Starboard chiede la testa del ceo di Yahoo!. La risposta del gruppo: in arrivo nuovi piani di sviluppo

Sale la pressione su Yahoo!. L’azionista attivo Starboard chiede ”cambi significativi”, anche ai vertici. La decisione del consiglio di amministrazione di effettuare lo spin off delle attività core web comporterà che gli azionisti attendano un altro anno ”mentre l’attuale leadership continua a distruggere valore.

Marissa Mayer

Marissa Mayer

Questo non è accettabile” ”L’ultimo anno è stato frustrante per gli azionisti Yahoo!” afferma Starboard nella lettera inviata al consiglio di amministrazione e ripresa da Ansa. Il management ”non ha prodotto risultati accettabili causando un forte calo della redditività e del cash flow. Gli investitori hanno perso fiducia nel management” mette in evidenza Starboard, chiedendo la vendita o lo spin off delle attività core di Yahoo!, una mossa che richiede un cambio ai vertici. Le richieste di Starboard arrivano mentre l’amministratore delegato di Yahoo!, Marissa Mayer, è sempre più isolata. Dopo aver suggerito che il rilancio della società richiederà anni, Mayer si è impegnata a offrire ulteriori dettagli sulla ristrutturazione con i risultati del quarto trimestre. Da quando Mayer ha assunto la guida, le vendite di Yahoo! sono calate da 4,5 miliardi di dollari nel 2012 a 4,4 miliardi di dollari nel 2014. I titoli Yahoo! hanno perso negli ultimi 12 mesi il 35%.

La replica della digital company guidata dalla Mayer non si è fatta attendere:  ”Il nostro obiettivo e’ quello di massimizzare il valore per i nostri azionisti. Ulteriori piani per Yahoo! saranno illustrati con i conti del quarto trimestre”