14 gennaio 2016 | 13:17

A meno di tre anni dal lancio, chiude Al Jazeera America. Il ceo Al Anstey: il nostro modello di business è insostenibile

Al Jazeera America, il canale di proprietà della qatariota Al Jazeera Media Network, chiuderà i battenti il prossimo 30 aprile. La notizia, da ieri visibile sul sito dell’emittente, è stata data allo staff direttamente dal ceo Al Anstey, che ha definito la decisione frutto di una scelta puramente economica. “Il nostro modello di business semplicemente non è sostenibile alla luce dei cambiamenti nel mercato dei media americani”, ha detto, dando conferma della difficoltà incontrate per affermarsi in un mercato come quello della tv via cavo in America, già di suo affollato, dovendo affrontare la concorrenza sempre più massiccia del web, il più recente mezzo all news, 24h su 24.

Al Anstey, ceo di Al Jazeera America (foto Twitter.com)

Riportando la notizia, il New York Times parla di una chiusura da imputarsi quindi principalmente alla mancanza di un vero modello economico che potesse consentire all’emittente di sopravvivere andando al di là del supporto economico fornito dal Qatar. A nulla quindi sarebbero serviti gli sforzi di chi nel bord avrebbe cercato di salvare l’emittente puntando sulla qualità e l’importanza del servizio fornito, premiato anche da diversi riconoscimenti.

Il canale era stato lanciato negli Stati Uniti il 20 agosto del 2013 subentrando, con una spesa di 500 milioni di dollari, a Current Tv di Al Gore, con lo scopo specifico di fare concorrenza ai principali network come Fox News, MSNBC e CNN, con una tv, che secondo i proclami iniziali doveva essere più smart e priva di luoghi comuni. Ma gli ascolti, complice forse anche la difficoltà di proporre un marchio legato al mondo arabo, non sono mai decollati.  In più, stando sempre a quanto riferito dal New York Times, anche la redazione non è stata immune da agitazioni. Lo scorso anno si era parlato di una cultura della paura, con l’uscita di alcuni dirigenti e le azioni legali di ex dipendenti che sollevavano accuse di sessismo e anti semitismo.

Al Jazeera comunque ha annunciato di voler puntare sul digitale, potenziando la sua presenza proprio a cominciare dal mercato americano.