Mercato

18 gennaio 2016 | 11:43

Apre a Palermo il primo incubatore di startup digitali della Sicilia, realizzato da Digital Magics in collaborazione con Factory Accademia

Nasce a Palermo il primo incubatore di startup digitali in Sicilia. Digital Magics, business incubator quotato sul mercato Aim Italia di Borsa Italiana (simbolo: DM), apre nel capoluogo siciliano la sua prima sede, in collaborazione con la società partner Factory Accademia.

“Un incubatore accelera lo sviluppo di giovani imprese fornendo sostegno, servizi e mettendo a disposizione la sua rete di contatti”, ha dichiarato Alberto Fioravanti, fondatore e presidente esecutivo di Digital Magics. “Il supporto di un ‘business incubator’ consente alle startup di crescere fino a diventare delle vere e proprie aziende”.

Sono 246 le startup siciliane iscritte al registro nazionale, il 4,8% del totale nazionale, spiega una nota. La prima startup nell’isola è comparsa proprio a Palermo nel 2009 ma, dopo un’accelerazione nel 2013, il vero boom di iscrizioni nel Registro delle Imprese Innovative si è rilevato nel 2014 (84 iscrizioni in Sicilia) con Palermo (33) davanti a Catania (25). Nel 2015 il trend è rallentato stavolta con una maggiore natalità di imprese innovative nel catanese (23) rispetto al capoluogo (19).

Il nuovo progetto è stato presentato, nel corso dell’inaugurazione dei locali di Via Lincoln 21 (sede storica del Giornale di Sicilia), da Alessandro Arnetta, partner di Digital Magics Palermo e ceo di Factory Accademia, Alberto Fioravanti, fondatore e presidente esecutivo di Digital Magics, Marco Gay, vicepresidente di Digital Magics e Gabriele Ronchini, fondatore e amministratore delegato per lo sviluppo del portafoglio di Digital Magics. A fare gli onori casa il condirettore del Giornale di Sicilia Giovanni Pepi e, in qualità di moderatore, Giorgio Mulè, direttore di Panorama.