18 gennaio 2016 | 14:11

Whatsapp torna gratuito. Il fondatore Jan Koum: niente più abbonamento a 99 centesimi l’anno

Jan Koum, co-fondatore ed amministratore delegato di Whatsapp, ha dichiarato che l’applicazione di proprietà di Facebook rimuoverà la quota annuale di 99 centesimi richiesta per l’utilizzo. Il servizio di messaggistica, che conta più di 900 milioni di utenti attivi ogni mese, pensa che, rimuovendo tale prezzo, potrebbe avere una crescita ancora maggiore.

Fino ad ora, per alcuni utenti, come si legge su Thenextweb.com, il servizio Whatsapp era gratuito il primo anno e poi richiedeva il pagamento dei 99 centesimi. Benché si tratti di una cifra molto bassa, è comunque richiesto l’utilizzo di una carta di credito per il pagamento, fattore che potrebbe rallentare la crescita di Whatsapp in mercati emergenti come quello in Africa, dove quel tipo di pagamento è ancora poco diffuso.

Per il finanziamento, infine, Whatsapp non farà ricorso alla pubblicità (come fa Facebook), ma troverà il modo di trovare dei servizi a pagamento che permettano agli utenti di usare la piattaforma per comunicazioni di lavoro.

WhatsApp is dropping its annual 99 cent fee

Facebook-owned messaging app WhatsApp announced today that it’s dropping its 99 cent annual usage fee, founder Jan Koum said at DLD in Munich.

While the service is already insanely popular – with more than 900 million active monthly users – Koum says that removing the payment requirement could help it to grow even further. It’s not a lot of cash for a year of service, but it does mean that users need a payment card on file, which might be tough for some people in developing markets.

Before, a user’s first year of use was free with subsequent years charged. Now, there will be no charges for the service from users going forwards.

Of course, this leaves question marks over how WhatsApp will be monetized. Traditionally, Facebook makes money from its products by harvesting data and selling ads, but this isn’t an approach that’s likely to be welcomed by many users, and with no shortage of other messaging apps around, there are plenty of alternatives available if the company goes down this route.

WhatsApp says it’ll explore ways that let users communicate with businesses and other organizations for its future monetization but Koum noted that it is very early days – no code has been written to facilitate this change yet.

The company still wouldn’t commit to whether it will add video calling in the future or not.