TLC

19 gennaio 2016 | 14:55

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Il rapporto di Vivendi con Xavier Niel, fondatore di Iliad, entrato in Telecom Italia con opzioni fino al 15% del capitale “è basato su accordi per la distribuzione di contenuti su Canal+ e su operazioni ben definite, ma non abbiamo mai parlato né discusso della partecipazione di Iliad in Telecom Italia. Non esiste una politica di congiunta”.

Lo ha detto l’ad di Vivendi, Arnaud De Puyfontaine, in un’audizione al Senato. “Io posso dire solo quello che faremo noi come Vivendi non quello che faranno gli altri”, riporta l’agenzia di stampa MF-DJ.

Arnaud de Puyfontaine, ceo di Vivendi (foto Olycom)

“L’indebitamento di Telecom non ci impedirà di dar seguito a questa strategia che abbiamo per l’azienda, in Telecom c’è un azionista che ha preso un impegno a lungo termine. Se siamo il punto di accesso per Orange in Telecom Italia? La risposta è ‘no’” sono altre sue dichiarazioni, riprese dall’agenzia di stampa Agi.

“Attualmente non abbiamo progetti di collaborazione con Mediaset, ma Telecom potrà cogliere le opportunità che si presenteranno: adesso non c’è nulla da dire, ma chissà sul futuro”. Così, riporta Ansa, l’amministratore delegato di Vivendi, ha risposto ai senatori che chiedevano di possibili collaborazioni con Mediaset.

“Metroweb? perché no, siamo molto pragmatici”, ma “c’è anche altro” ha aggiunto Arnaud De Puyfontaine parlando del possibile accordo tra Telecom Italia e l’azienda milanese per la realizzazione della rete in fibra. Su Metroweb, ha aggiunto, “ci sono state molte pressioni e discussioni” e con il nuovo presidente di Cdp, “Costamagna c’è una nuova idea per la strategia”. Comunque, ha tenuto a precisare, “non ho nuove idee su questo, ho visto cosa ha fatto Metroweb e sono molto aperto a varie alternative” per “l’obiettivo ultimo” che è la creazione di una rete. De Puyfontaine ha parlato anche dell’impegno dell’Enel sempre su questo tema, dicendosi “molto aperto a una eventuale collaborazione”.