Giuliano Molossi condirettore del ‘Giorno’

Giuliano Molossi, è stato nominato oggi, 19 gennaio, condirettore del ‘Giorno’, testata della Poligrafici Editoriale. Nel suo nuovo ruolo, come spiega una nota, affiancherà il direttore responsabile Giancarlo Mazzuca a partire dal prossimo 1 febbraio.

Molossi, per 17 anni, è stato direttore della ‘Gazzetta di Parma’, giornale che tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento, per circa mezzo secolo, è stato di proprietà della sua famiglia. Il padre, il nonno e il bisnonno sono stati anche direttori del quotidiano parmense, fondato nel 1735.

Giuliano Molossi

Laureato in giurisprudenza, nel 1979 comincia la sua carriera giornalistica al ‘Giornale’ diretto da Indro Montanelli, seguendo come cronista di nera e poi di giudiziaria i  principali fatti che avvengono a Milano negli anni Ottanta, dal terrorismo alla criminalità organizzata, dalle stragi delle Brigate Rosse e di Prima Linea ai grandi processi contro gli assassini di Walter Tobagi e a quello per il crac del Banco Ambrosiano. Nel 1994, con altri cinquanta colleghi, segue Indro Montanelli alla Voce.
Nel settembre del ’95 il suo passaggio come vicedirettore alla ‘Gazzetta di Parma’, dove 3 anni dopo diventa direttore, ruolo ricoperto fino al 30 settembre scorso. Il 16 novembre viene assunto come consulente dal Gruppo Poligrafici Editoriale per un restyling grafico delle edizioni locali del Giorno.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Rai, Di Maio: abbiamo trovato una soluzione per ridurre il canone senza danneggiare la qualità del servizio pubblico

Rai, Di Maio: abbiamo trovato una soluzione per ridurre il canone senza danneggiare la qualità del servizio pubblico

A maggio online il 70% degli italiani. Audiweb: ogni giorno connessi quasi 34 milioni di persone, il 66% da smartphone

A maggio online il 70% degli italiani. Audiweb: ogni giorno connessi quasi 34 milioni di persone, il 66% da smartphone

Tv e social aumentano il rischio depressione tra i teenager. Lo studio: i problemi nascono dal confronto

Tv e social aumentano il rischio depressione tra i teenager. Lo studio: i problemi nascono dal confronto