20 gennaio 2016 | 14:48

Monitorate anche le conversazioni sulle trasmissioni tv su Facebook e Twitter. I primi dati italiani di Nielsen Social Content Ratings entro la prima metà dell’anno

Nielsen ha annunciato oggi che Nielsen Twitter TV Ratings, la soluzione per la misurazione della Social TV, includerà anche il monitoraggio delle conversazioni su Facebook relative ai contenuti televisivi. Alla luce di questa novità, il nome del servizio sarà Nielsen Social Content Ratings e fornirà dati indipendenti, omogenei e aggregati tra diversi social network.

Per la prima volta saranno disponibili dati relativi alle conversazioni sui contenuti televisivi che avvengono su Facebook, inclusi i post condivisi con gli amici oltre che quelli pubblici. Lo comunica una nota della società secondo cui  Nielsen Social Content Ratings sarà disponibile in Italia entro la prima metà del 2016 come in tutti i mercati in cui è già presente Nielsen Twitter TV Ratings (USA, Australia e Messico). Successivamente le misurazioni di Nielsen Social Content Ratings saranno ampliate anche alle interazioni su Instagram.

“Lo sviluppo di Nielsen Social Content Ratings dimostra l’impegno di Nielsen nell’innovare continuamente le proprie soluzioni in linea con le esigenze della media industry. Questo lancio rientra nella nostra strategia di misurare la Total Audience dei contenuti, prendendo in considerazione il comportamento delle persone nell’utilizzo di tutti gli schermi e le piattaforme” – ha dichiarato Luca Bordin, General Manager Media Solutions di Nielsen in Italia. “In particolare, Nielsen Social Content Ratings nasce per fornire un quadro completo e omogeneo di come i consumatori interagiscono con i programmi televisivi attraverso i diversi social media”.

Luca Bordin, General Manager Media Solutions di Nielsen in Italia

Luca Bordin, General Manager Media Solutions di Nielsen in Italia

Nielsen Social Content Ratings fornirà una misurazione standardizzata e indipendente delle metriche disponibili per i diversi social media e includerà: Social Media Authorship (post e tweet), Engagement (commenti, like, risposte, retweet, condivisioni), Reach (audience e impression), Demographics (sesso ed età). Nielsen Social Content Ratings è stato progettato secondo le indicazioni in materia di social media del Media Rating Council (MRC), in collaborazione con IAB, WOMMA e l’American Association of Advertising Agencies (4As).

Le nuove metriche si baseranno sull’impianto metodologico di rilevazione che Nielsen ha sviluppato negli ultimi tre anni, a partire dall’iniziale accordo con Twitter. Inoltre, con Nielsen Social Content Ratings saranno disponibili, per la prima volta, metriche aggregate e anonime relative alle conversazioni sui programmi TV che si svolgono su Facebook, inclusi i post condivisi solo con gli amici oltre a quelli postati pubblicamente, nel pieno rispetto della privacy.

Grazie a Nielsen Social Content Ratings, i broadcaster potranno valutare in maniera ancora più completa l’efficacia delle strategie di social engagement e cogliere al meglio la relazione tra attività sui social e fruizione televisiva. Agenzie e advertiser avranno a disposizione un nuovo strumento per implementare le proprie strategie di planning e buying, grazie a una misurazione omogenea e completa della Social TV su diversi social media.

“Twitter si è affermato come lo spazio per conversazioni live e pubbliche tra spettatori, personaggi televisivi e broadcaster per milioni di persone nel mondo ogni sera” – ha dichiarato Kristine Stewart, Head of North American Media di Twitter. “La nostra alleanza con Nielsen è una della strade che seguiamo per fornire valore all’intero ecosistema televisivo”.

“Ogni giorno in tutto il mondo i telespettatori discutono con gli amici più cari di programmi e personaggi televisivi su Facebook” ha dichiarato Nick Grudin, Director of Media Partnerships di Facebook. “Gli spettatori commentano i programmi mentre sono in onda, ma le conversazioni continuano anche nei giorni successivi tra un episodio e l’altro. Siamo molto felici che grazie a Nielsen Social Content Ratings si potranno riflettere le conversazioni sui social relative ai programmi TV nella loro interezza”.