Editoria

21 gennaio 2016 | 12:09

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari

Pearson, il maggior editore mondiale di libri di scuola e materiali didattici, ha annunciato un piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari che prevede il taglio di 4 mila posti di lavoro, pari al 10% dei dipendenti. La società, che lo scorso anno aveva venduto il ‘Financial Times’ ai giapponesi del gruppo editoriale Nikkei per 1,2 miliardi di dollari, ha subito, come altre aziende del settore, il declino della carta stampata, in un mondo dove gli studenti sono più propensi a consultare Wikipedia che acquistare un libro di testo in più.

Particolarmente difficili le condizioni del mercato sudafricano, dove il mercato dei libri di testo si è contratto del 60% negli ultimi due anni. L’annuncio, riporta Agi, ha fatto balzare il titolo Pearson, che sta guadagnando il 13,7% sui circuiti di Londra.