22 gennaio 2016 | 18:40

Google nel 2015 ha eliminato 780 milioni di pubblicità inappropriate: contraffazioni, phishing, malaware, bot e molto altro. Ramaswamy: lavoriamo per limitare la visualizzazione di annunci come quelli sulla perdita di peso

Sridhar Ramaswamy, SVP, Ads & Commerce di Google ha fatto il punto nel suo blog delle attività svolte per  eliminare gli annunci inappropriati nel corso del 2015.

 Sridhar Ramaswamy (foto Digitaltrend)

Sridhar Ramaswamy (foto Digitaltrend)

Quando gli annunci pubblicitari sono efficaci, indirizzano verso i prodotti o i servizi più interessanti e rendono più semplice ottenere ciò che cercate. Inoltre, è grazie alla pubblicità che molto di ciò che amate del web, come i siti di notizie e le app, può essere messo a disposizione gratuitamente.

Ma alcuni annunci creano proprio un’esperienza negativa, come quelli che veicolano malware, oscurano i contenuti che volete vedere o promuovono merci false. Gli annunci inappropriati possono compromettere la vostra esperienza sul web, un problema che prendiamo molto sul serio. Ecco perché abbiamo stabilito norme rigorose per selezionare gli annunci pubblicitari che gli inserzionisti possono attivare con Google – e perché abbiamo investito in una tecnologia sofisticata e in un team globale di oltre 1.000 persone dedicato a combattere gli annunci inappropriati. Solo lo scorso anno abbiamo disabilitato più di 780 milioni di annunci che hanno violato le nostre norme – un numero che nel corso degli anni è cresciuto grazie alle nuove protezioni che abbiamo attivato. Se spendeste un solo secondo del vostro tempo a guardare ciascuno di questi annunci, vi ci vorrebbero quasi 25 anni per vederli tutti!

Ecco alcune delle principali aree su cui ci siamo concentrati per eliminare gli annunci inappropriati nel corso del 2015:

Eliminare gli annunci inappropriati

Alcuni annunci inappropriati sono ingannevoli per gli utenti, come per esempio quelli legati a prodotti che promettono di far perdere peso, altri invece aiutano malintenzionati a mettere in atto forme di scam, come ad esempio quelli che rimandano a siti di “phishing” che hanno l’obiettivo di rubare informazioni personali. Attraverso l’utilizzo di sistemi automatizzati e revisione manuale, siamo in grado di bloccare la maggior parte di questi annunci prima ancora che vengano mostrati. Di seguito potete trovare alcuni tipi di annunci inappropriati che abbiamo eliminato nel 2015.

· Contraffazioni

Abbiamo sospeso più di 10.000 siti e 18.000 account che hanno tentato di vendere merci contraffatte (come imitazioni di orologi).

· Prodotti farmaceutici

Abbiamo bloccato più di 12,5 milioni di annunci relativi a prodotti che violavano le nostre policy per prodotti legati alla salute, come farmaci non approvati per l’uso o che davano informazioni fuorvianti, come ad esempio garantire di essere efficaci come i farmaci da prescrizione.

· Prodotti miracolosi per perdere peso

Le truffe legate alla perdita di peso, come gli annunci di integratori che promettono una perdita di peso impossibile da ottenere senza dieta o esercizio fisico, sono state tra le più frequenti lamentele degli utenti nel 2015. Siamo intervenuti sospendendo più di 30.000 siti che davano queste indicazioni fuorvianti.

· Il phishing

Nel 2015, abbiamo intensificato i nostri sforzi per combattere i siti di phishing, bloccando quasi 7.000 siti.

· I software indesiderati

Un software indesiderato può rallentare i dispositivi o cambiare improvvisamente la home page, impedendo di modificarla successivamente. Attraverso l’attivazione di protezioni nuove e potenti, abbiamo disabilitato più di 10.000 siti che offrono software indesiderati, e ridotto di oltre il 99 per cento i download indesiderati tramite annunci di Google.

· Trick to click

Abbiamo lavorato con ancora maggiore attenzione sugli annunci ingannevoli o che inducono le persone a interagire con essi, come quelli che sembrano avvisi di sistema del computer. Solo nel 2015 ne abbiamo eliminati più di 17 milioni.

Un’esperienza migliore

A volte anche gli annunci che offrono informazioni utili e rilevanti possono risultare fastidiosi per gli utenti, ad esempio quelli che coprono il contenuto che si sta cercando o che rimandano al sito dell’inserzionista inavvertitamente. Nel 2015, abbiamo disabilitato o bloccato i trasgressori più invadenti.

Click involontari da dispositivi mobili

È capitato a tutti: state guardando le foto dei 10 luoghi più affascinanti del pianeta e un annuncio vi porta su un’altra pagina anche se non ci avevate cliccato sopra. Stiamo lavorando per evitare che questo succeda ancora. Abbiamo sviluppato una tecnologia per determinare quando i clic agli annunci pubblicitari su mobile sono accidentali. Invece di mandarvi alla pagina dell’inserzionista, potrete continuare a godervi la galleria fotografica (e all’inserzionista non verrà addebitato alcun costo).

Bad sites and apps

In 2015, we stopped showing ads on more than 25,000 mobile apps because the developers didn’t follow our policies. More than two-thirds of these violations were for practices like mobile ads placed very close to buttons, causing someone to accidentally click the ad. There are also some sites and apps that we choose not to work with because they don’t follow our policies. We also reject applications from sites and mobile apps that want to show Google ads but don’t follow our policies. In 2015 alone, we rejected more than 1.4 million applications.

App e siti inappropriati

Nel 2015, abbiamo smesso di mostrare annunci su oltre 25.000 app per dispositivi mobili perché gli sviluppatori non rispettavano le nostre norme. Più di due terzi di queste violazioni riguardavano ad esempio annunci su dispositivi mobili posizionati molto vicino ai pulsanti, portando alcuni utenti a cliccare accidentalmente sull’annuncio. Ci sono anche alcuni siti e app con cui abbiamo scelto di non lavorare perché non rispettano le nostre norme. Solo nel 2015, abbiamo respinto più di 1,4 milioni di richieste.

A voi il controllo

Abbiamo messo a vostra disposizione gli strumenti per controllare il tipo di annunci che visualizzate. Potete sempre farci sapere quando ritenete che un annuncio possa aver violato le nostre norme.

Disattivare gli annunci

Forse avete visto troppe pubblicità di auto di recente. “Disattiva l’annuncio” permette di cliccare sulla “X” nell’angolo in alto dell’annuncio per evitare che continui a comparire su quel sito. È anche possibile spiegare il motivo della scelta. Nel 2015 abbiamo ricevuto più di 4 miliardi di feedback che ci stanno aiutando a mostrare gli annunci migliori e a definire le nostre norme.

Impostazione degli annunci

Nel 2015, abbiamo ridisegnato la nostra sezione “Impostazioni Annunci”, da cui potrete gestire la vostra esperienza pubblicitaria. Potrete aggiornare i vostri interessi per rendere più pertinenti gli annunci mostrati, oppure bloccare specifici inserzionisti.

Guardando al 2016

Aggiorniamo continuamente la nostra tecnologia e le nostre norme sulla base dei vostri suggerimenti, e lavoriamo per rimanere sempre un passo avanti rispetto a malintenzionati e truffatori. Stiamo già lavorando ad alcuni aggiornamenti per limitare ulteriormente gli annunci che possono essere mostrati come ad esempio quelli relativi alla perdita di peso, e implementiamo regolarmente le protezioni contro malaware e bot. Vogliamo essere sicuri che tutti gli annunci che vedete siano utili e graditi – continueremo a impegnarci affinché ciò diventi realtà.

Scritto da Sridhar Ramaswamy, SVP, Ads & Commerce