Processo alle Iene. Chiesti quattro mesi per il giornalista Filippo Roma e sanzioni per l’autore Davide Parenti, l’assoluzione per l’ex direttore di Italia 1 Luca Tiraboschi e per Vanessa Incontrada

Il pm del tribunale di Milano, nella causa intentata da Cairo Editore, dal direttore del ‘Nuovo’ Riccardo Signoretti e dal direttore di ‘Diva e Donna’ Angelo Ascoli, per le tre puntate delle Iene tra gennaio e febbraio 2013 in cui era stata messa in dubbio la veridicità di articoli e interviste pubblicate sui due giornali della casa editrice di Urbano Cairo, ha chiesto 4 mesi per il giornalista delle Iene Filippo Roma e sanzioni pecuniarie per l’autore della trasmissione Davide Parenti, per la showgirl Elenoire Casalegno e per i cantanti Gigi D’Alessio e Anna Tatangelo; mentre ha chiesto l’assoluzione per Luca Tiraboschi, all’epoca direttore di Italia 1, e per la showgirl Vanessa Incontrada, che si era scusata per l’incidente.

Filippo Roma

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Glamour Usa dice addio all’edizione mensile cartacea e punta sul digitale

A Patrizia Grieco, presidente di Enel, il master honoris causa di Cuoa Business School

Banksy l’invisibile: 24 Ore Cultura lo porta in mostra al Mudec di Milano