The Guardian taglia i costi del 20%. Per andare a break even in tre anni

Decisioni drastiche, tagli importanti. Anche nel Regno Unito per i giganti dell’editoria sono d’attualità cure da cavallo per rimettere i conti in ordine. I sacrifici, in particolare, sono all’ordine del giorno presso The Guardian, dove il ceo David Pemsel ha pianificato una riduzione dei costi del 20% con l’obiettivo di tornare a break even in tre anni. Per il budget attuale, stimato a 268 milioni di sterline, si tratta di far funzionare quindi risparmi per quasi 50 milioni. Il piano messo a punto non prevede però solo le economie di spesa. Alla ricerca di una maggiore efficienza l’azienda conta di affiancare anche una parallela capacità d’inviduare e cogliere nuove opportunità per far crescere i ricavi. Il digitale in senso ampio, il branded content e i video sono alcuni dei fronti in cui si pensa d’implementare l’impegno per ottenere più risorse.

David Pemsel

David Pemsel

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Glamour Usa dice addio all’edizione mensile cartacea e punta sul digitale

A Patrizia Grieco, presidente di Enel, il master honoris causa di Cuoa Business School

Banksy l’invisibile: 24 Ore Cultura lo porta in mostra al Mudec di Milano