27 gennaio 2016 | 18:18

L’Fnsi sulla riforma dell’editoria: auspichiamo il via libera in tempi brevi. Servono nuove regole e il superamento di procedure concepite nel secolo scorso per rilanciare il settore

“L’esame in aula alla Camera della proposta di legge sull’editoria il prossimo 22 febbraio è un passo in avanti importante. L’auspicio è che il via libera arrivi in tempi brevi”. Si sono espressi così in una nota Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti, rispettivamente segretario generale e presidente della Fnsi.

“L’approvazione dell’attuale proposta di legge è imprescindibile per dare certezze ad un settore duramente provato dalla lunga fase di recessione e nel quale sono ancora numerose le aziende editoriali alle prese con piani di crisi e di ristrutturazione che si ripercuotono negativamente sul mercato del lavoro, sullo sviluppo e sulla qualità dell’informazione”, hanno detto, specificando come “la definizione di nuove regole e il superamento di procedure concepite nel secolo scorso sono condizioni necessarie per il rilancio del comparto e rappresenterebbero un impulso per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro giornalistico nel segno dell’innovazione, dello sviluppo, della lotta al precariato e della ripresa dell’occupazione”.

Raffaele Lorusso (foto Assostampa)

Raffaele Lorusso, segretario della Fnsi (foto Assostampa)