Completato a Catania il nuovo cavo da 24 terabit al secondo che connetterà Italia e Francia con Egitto, Turchia, Paesi del Golfo e Sud-Est asiatico

Telecom Italia Sparkle ha completato il Sea-Me-We 5 presso la propria landing station a Catania, una tappa importante, spiega una nota ripresa dall’Agi, verso il completamento del cavo sottomarino che sarà definitivamente operativo alla fine di quest’anno.

Con una capacità di 24 terabit al secondo su tre coppie di linee in fibra per un totale di 20mila chilometri, il nuovo cavo fornirà una connettività con minima latenza attraverso 17 paesi (Singapore, Malesia, Indonesia, Myanmar, Bangladesh, Sri Lanka, Pakistan, Qatar, Oman, Emirati Arabi Uniti, Yemen, Gibuti, Arabia Saudita, Egitto, Turchia, Francia e Italia) potenziando le rotte esistenti consentendo allo stesso tempo la diversificazione dell’elevato traffico tra Europa e Asia.

Le soluzioni per la connettività del Sea-Me-We 5 di Sparkle in Sicilia, precisa l’Agi, saranno rese disponibili attraverso il suo Next generation data center presso il Sicily Hub di Palermo, un marketplace di interconnessione internazionale di tutti i cavi che giungono in Sicilia, dove i clienti possono collegarsi direttamente con i content provider o attraverso DE-CIX via Public Internet.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Vogue Fashion’s Night cambia nome in Vogue for Milano. Appuntamento al 13 settembre

Cda Rai: dipendenti oggi al voto per scegliere il quinto consigliere. Spoglio dalle 20,58 in streaming

Boom della comunicazione social su CR7. Ne parla tutto il mondo e la Juve guadagna milioni di follower