02 febbraio 2016 | 18:59

Un Festival pop che riunisca la famiglia davanti alla tv. Carlo Conti presenta su Chi il suo secondo Sanremo. E sui cachet degli ospiti aggiunge: non sono pagati con denaro pubblico

“Il filo conduttore del mio Sanremo sarà il pop. Il nostro intento è mettere tutta la famiglia davanti al televisore, come fa Sanremo da 66 anni” Così Carlo Conti, sul numero di Chi in edicola da domani, presenta il suo secondo festival. Dai cantanti in gara, alla scelta delle cooconduttici, sono tanti i temi che affronta nell’intervista. Compresi i cachet degli ospiti. “Voglio chiarire che gli ospiti non sono pagati con denaro pubblico. Il Festival si ripaga con gli sponsor e porta soldi alle casse della Rai. È un’occasione per finanziare la tv pubblica”, dice Conti che si sofferma poi sul ritorno del Dopofestival. “Abbiamo risparmiato da una parte per avere i soldi da destinare al Dopofestival. Ci tenevo molto e anche il direttore di Raiuno, Giancarlo Leone, mi ha aiutato. E poi, per la conduzione abbiamo utilizzato risorse interne, come Nicola Savino e la Gialappa’s”. Inizialmente si era parlato di Piero Chiambretti: “Non era possibile perché fra poco parte con un suo programma su Mediaset”. E sul futuro? Quanto al possibile ritorno di Paolo Bonolis in Rai, Conti dice: “Più giocatori forti ha una squadra e meglio è”. Anche a Sanremo, di cui Conti sarà direttore artistico per contratto anche l’anno prossimo? “Certo, bisogna vedere se Paolo mi vorrebbe! Ma tra noi c’è molta stima, si potrebbe fidare o si potrebbe fare insieme”.

Carlo Conti (foto-Olycom)

Carlo Conti (foto Olycom)

Intanto a una settimana dal via continuano a circolare i nomi di star e cantanti che calcheranno il palco del Ariston. Tra i superospiti annunciati oggi, insieme a quello del rapper franco-congolese Maitre Gims, scrive oggi Ansa, spuntano anche quelli dell’attrice australiana Nicole Kidman e del ballerino Roberto Bolle. Tra i cantanti internazionali ci saranno Elton John ed Ellie Goulding mentre, tra gli italiani, Laura Pausini, Eros Ramazzotti, i Pooh, Elisa e Renato Zero. E Dopo la campagna lanciata sui social, ci sarà anche la reginetta delle sigle dei cartoni animati, Cristina D’Avena. E poi anche il cantante colombiano J Balvin. Previste anche le incursioni degli attori delle fiction Rai Giuseppe Fiorello e Guglielmo Scilla.

Qualche dubbio sulla partecipazione di Gabriel Garko, rimasto ferito ieri nell’esplosione della casa in cui soggiornava. La prognosi di dieci giorni escluderebbe la sua partecipazione all’Ariston insieme a Madalina Ghenea e Virginia Raffaele, almeno nella fase iniziale, ma si attenderà la fine della settimana per qualunque decisione. L’attore, comunque, al momento è ancora a Sanremo, anche se finora ha disertato le prove.