09 febbraio 2016 | 12:02

Password lunghe e strumenti per la geolocalizzazione e il blocco dei dispositivi mobili a distanza. I consigli di Google per la sicurezza in Rete

Account personali, password lunghe e sicure e geolocalizzatori per navigare in sicurezza sul web. In occasione del Safer Internet Day, che si celebra oggi, Google ha ricordato ai suoi utenti con un post sul blog gli strumenti che consentono di mantenere sicuro il proprio account, riporta l’Asca.

Primo fra tutti gli strumenti è l’account personale. La prima garanzia di sicurezza dell’account resta comunque la password e sembra che anche le persone vi stiano prestando crescente attenzione: dal 2004 ad oggi, infatti, le ricerche su Google in Italia per ‘come cambiare password’ sono in costante crescita.

Le password sono la prima linea di difesa contro i criminali informatici. E’ quindi fondamentale scegliere password sicure, diverse per ogni account e aggiornarle regolarmente. Altrimenti… sarebbe come usare la stessa chiave per chiudere le porte di casa, dell’auto e dell’ufficio: se un criminale riesce ad accedere a una, sono tutte compromesse! Più lunga è la password e più è difficile da indovinare. Non utilizzate quindi ’123456′ o ‘password’ ed evitate di usare informazioni pubbliche come il vostro numero di telefono.

Utilizzate la verifica in due passaggi, che aggiunge un ulteriore livello di sicurezza al vostro account, suggerisce Google, riducendo drasticamente le possibilità di furto dei dati contenuti nell’account. Per penetrare in un account che ha la verifica in due passaggi, i malintenzionati non dovranno solo conoscere nome utente e password, ma dovranno anche avere tra le mani il vostro telefono. Una volta attivata la verifica in due passaggi, infatti, Google invia un codice sul vostro telefono ogni qualvolta qualcuno provera’ a entrare nel vostro account da un computer non riconosciuto come vostro.

Le persone dimenticano e perdono con sempre maggior frequenza il loro telefono. Se avete smarrito un dispositivo mobile, grazie a Gestione Dispositivi Android potete vedere dove si trova su una mappa e sapere quando e’ stato utilizzato l’ultima volta. Quando Gestione Dispositivi Android individua il dispositivo, quest’ultimo ricevera’ una notifica e potra’ essere fatto squillare o bloccato a distanza.

Tenete occhi indiscreti lontani dai vostri dispositivi: le vostre informazioni private possono rimanere tali grazie a un Pin, a una password o a un codice di sicurezza. D’altronde, lascereste mai la porta di casa aperta?

Se avete bambini che utilizzano i vostri dispositivi, attivate SafeSearch. SafeSearch e’ un filtro che elimina la maggior parte dei contenuti inappropriati o delle immagini esplicite dai risultati della Ricerca Google. Quando attivate SafeSearch su un account Google, i contenuti per adulti vengono oscurati su tutti i risultati di ricerca di qualsiasi browser e computer su cui avete effettuato l’accesso. Per saperne di piu’ e per imparare a vivere sicuro online – conclude il Blogpost di Google – visitate il nostro Centro per la Sicurezza e restate sempre aggiornati sulle nostre iniziative per rendere il web un posto piu’ sicuro, per tutti.

Inoltre, aggiunge Google, chiunque completerà il Controllo sicurezza entro l’11 febbraio – informa l’azienda statunitense – otterra’ 2GB di spazio di archiviazione gratuito su Google Drive, utilizzabile per Drive, Gmail o Foto.