09 febbraio 2016 | 15:04

Utili in calo a 470 milioni per Viacom nel primo trimestre fiscale 2016 e fatturato a -5,7%. Male tv via cavo (-3,5%) e cinema (-15%)

Il gruppo Usa dei media Viacom ha visto calare i profitti del suo primo trimestre fiscale 2016, penalizzato dalla debole performance nel settore cinematografico e delle tv via cavo, quelli su cui è solitamente più forte.

Philippe Dauman, ceo di Viacom (Foto: Olycom)

Il colosso dei media, spiega Askanews, ha riportato profitti per 470 milioni di dollari, 1,13 dollari per azione, in ribasso dai 538 milioni, 1,20 dollari per azione, dello stesso periodo dell’anno scorso.

Escludendo le voci straordinarie, i profitti sono calati da 1,29 a 1,18 dollari per azione. Il fatturato è sceso del 5,7% a 3,15 miliardi. Gli analisti attendevano un utile per azione di 1,18 dollari con un giro d’affari di 3,26 miliardi. Il fatturato della divisione media-network è sceso del 3,5% a 2,57 miliardi e quello della divisione cinema è calato del 15% a 612 milioni, sulla scia del calo della pubblicità, della minore affluenza nei cinema e del rafforzamento del dollaro.