Mercato

16 febbraio 2016 | 11:06

E’ partito il concorso del Festival di Perugia e Amazon per studenti universitari in Europa sul giornalismo nell’era digitale

Per il secondo anno consecutivo Amazon presenta il concorso di scrittura della scholarship del Festival Internazionale del Giornalismo (Ijf). Come spiega una nota, gli studenti provenienti da tutta Europa, di età compresa tra i 18 e i 25 anni, si sfideranno nello scrivere un saggio di massimo 1000 parole sul tema Il giornalismo nell’era digitale.

I cinque saggi vincitori verranno pubblicati sui media partner La Stampa, DWDL.de e El Pais durante la settimana del Festival e riceveranno il rimborso di tutti i costi di trasporto e alloggio per assistere al Festival Internazionale del Giornalismo di Perugia (6-10 Aprile).

Il termine ultimo per la presentazione dei saggi sarà il 4 marzo 2016. I saggi saranno valutati in base all’attinenza al tema, all’originalità, allo stile di scrittura, alle idee innovative e all’abilità nel coinvolgere i lettori. I saggi vincitori verranno pubblicati su un eBook presente sul Kindle Store. Al seguente link l’eBook con i saggi vincitori della prima edizione della scholarhip: www.amazon.com/IJFWinningEssays15

“In questi ultimi anni il ruolo dei giornali e del giornalista è cambiato e si è evoluto”, spiega Massimo Russo, condirettore de La Stampa. “La nuova edizione della scholarship de La Stampa con Amazon al Festival del Giornalismo rappresenta un’occasione preziosa per arricchire il dibattito con il contributo di giovani penne di tutta Europa cresciute in un sistema digitale”.

“Siamo lieti che Amazon sia per il terzo anno consecutivo main sponsor del Festival” aggiunge Arianna Ciccone, che nel 2006 insieme a Christopher Potter ha fondato il Festival Internazionale del Giornalismo. “Amazon ha avuto un ruolo fondamentale nella rivoluzione digitale contribuendo alla diffusione di milioni di contenuti via internet. Proprio il rapporto tra il giornalismo e le opportunità offerte dagli strumenti digitali sarà al centro della seconda edizione della scholarship creata da Amazon e il Festival Internazionale del Giornalismo con il supporto di importanti testate di tutta Europa. Questa iniziativa permetterà a centinaia di studenti europei di confrontarsi con questa sfida e offrire così contributo fresco e originale al dibattito che caratterizzerà la decima edizione del Festival”.

“Siamo molto lieti di portare per il secondo anno consecutivo al Festival del Giornalismo questa scholarship che consente agli studenti provenienti da tutta Europa di partecipare al dibattito, di condividere le proprie idee sul futuro del giornalismo e, forse, di fare parte della prossima generazione dei massimi esponenti di questa professione” dichiara Russ Grandinetti, Senior VP Kindle. “Siamo orgogliosi di sponsorizzare ancora una volta il Festival”.

Gli studenti possono presentare la propria candidatura alla scholarship del Festival Internazionale del Giornalismo compilando il modulo presente nelle pagine web della scholarship del Festival semplicemente caricando il proprio saggio e compilando il modulo di registrazione alla pagina www.amazon.it/ijf-scholarship. Il termine ultimo per la presentazione dei saggi è il 4 marzo 2016. I vincitori saranno annunciati a marzo. Maggiori informazioni e il regolamento completo sono disponibili all’indirizzo www.amazon.it/ijf-scholarship.

Il Festival Internazionale del Giornalismo ha annunciato che Amazon sarà per il terzo anno consecutivo sponsor principale del Festival. La decima edizione del Festival, il più grande evento dedicato ai media in Europa, con decine di sessioni quotidiane e centinaia di relatori, avrà luogo dal 6 al 10 aprile a Perugia. Amazon e il Festival Internazionale del Giornalismo credono che il lettore venga prima di tutto e vogliono aiutare i creatori di contenuti, tra cui giornalisti e autori, a raggiungere, con canali nuovi e diversi, più lettori.

Grazie al supporto di Amazon, il Festival rafforzerà il suo ruolo di laboratorio di idee. In una full-immersion di 5 giorni, i giornalisti potranno scambiare opinioni con i lettori e altri giornalisti, sulle implicazioni dei profondi cambiamenti che stanno toccando il mondo della conoscenza e delle notizie (libri, giornali) trasformate da un giorno all’altro da formato fisso a flusso libero: un mondo nuovo che apre possibilità apparentemente illimitate.