18 febbraio 2016 | 11:55

Editori di tutto il mondo chiedono alla Cina di rilasciare i cinque impiegati della casa editrice Mighty House scomparsi

Editori di tutto il mondo hanno chiesto con urgenza alle autorità di Hong Kong di chiedere alla Cina di rilasciare i cinque impiegati della casa editrice Mighty House sottoposti a processo per reati criminali.

Una lettera aperta, spiega Askanews, è stata invita dalle associazioni internazionali degli editori e dei librai al leader di Hong Kong, Leung Chun-ying, denunciando quello che viene definito “un messaggio terrifacante” per quanto riguarda le libertà civili e la libertà di espressione.

“Questo caso”, dice il testo disponibile sul sito del Pen American Center, “è un messaggio terrificante per gli scrittori, gli editori e i librai di Hong Kong che affrontano questioni politiche delicate e mette a repentaglio le libertà individuali e la sicurezza dei cittadini”.