23 febbraio 2016 | 17:40

Ibarra, ad di Wind: la banda larga sarà motore per l’innovazione del Paese. Necessario innovare anche i sistemi formativi per affrontare le nuove sfide

“La banda ultralarga sarà uno dei motori dell’innovazione del nostro Paese. Cambieranno paradigmi di consumo, modelli di business, rapporti tra cittadini, imprese e istituzioni”. Lo ha detto l’a.d. di Wind, Maximo Ibarra, a New York al summit ‘Italy meets the United States of America’ di Italian Business&Investment Initiative.
Ibarra, secondo quanto riporta l’agenzia DowJones, ha inoltre sottolineato che “siamo a un punto di svolta, precisa, perchè società ed economia digitale, accesso e connettività, ricerca e innovazione richiederanno il contributo di nuove risorse e nuovi modelli di produzione e distribuzione del valore”.

Maximo Ibarra

Maximo Ibarra, ad di Wind

“Il futuro della nostra crescita non sarà legato però solo all’ampliamento delle infrastrutture digitali. Vanno innovati, infatti, anche i nostri sistemi formativi per costruire skills e competenze in linea con le sfide determinate da questo profondo processo di cambiamento. E qui serve anche il contributo delle imprese italiane che per restare competitive -ha concluso- dovranno cambiare pelle e far propri i nuovi driver di sviluppo basati su open innovation, sharing economy e digital disruption”.