Sul futuro di Bompiani al momento ci sono solo ipotesi, dice Elisabetta Sgarbi. Ma è anche una questione di prezzo

“Al momento non c’e’ nulla di ufficiale, è ancora tutto ipotetico”. Elisabetta Sgarbi ha risposto così all’Ansa in merito a quale potrebbe essere il destino della Bompiani, la casa editrice di cui è stata direttore editoriale prima di lasciarla per fondare ‘La Nave di Teseo’ insieme a Umberto Eco, all’indomani dell’accordo tra Mondadori e Rcs per l’acquisizione della Libri.

La Sgarbi ha ricordato che lo stesso Eco aveva auspicato la possibilità di “ridare unità al catalogo”, ma non nasconde che “è anche una questione di prezzo”. “Si capirà più avanti come vanno le cose, ha detto.

Elisabetta Sgarbi (foto Olycom)

Recentemente Ernesto Mauri, ad del gruppo Mondadori, a 2Next Economia e Futuro su Rai2, ha parlato dell’ipotesi che l’Antitrust possa dare il via libera all’acquisizione solo dopo la cessione di due importanti marchi editoriali Marsilio e Bompiani “per una quota di mercato che vale il 3%”. Mauri ha anche parlato di diverse manifestazioni di interesse arrivate per la stessa Bompiani.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Fox Sports chiude in Italia. Sky non rinnova il contratto, il 30 giugno addio al canale

La Fnsi incontra Crimi: anche l’editoria ha i suoi rider. È ora di fare qualcosa

Fari puntati sulla riforma Ue del diritto d’autore che potrebbe rivoluzionare il web