26 febbraio 2016 | 11:27

WordPress aggiorna di default siti e blog ad Amp, l’acceleratore di pagine web via mobile ideato da Google. Nessun upgrade è in carico all’utente

WordPress adegua automaticamente siti e blog dei propri utenti ad Amp, l’acceleratore di pagine web via mobile ideato da Google per rendere più immediata la navigazione sui siti Internet da smartphone, compresi quelli di editori, aziende tech e attori dell’adv online.

Come spiega un post sul blog di WordPress, l’utente della nota piattaforma editoriale non dovrà fare alcun tipo di aggiornamento, perché Amp funziona in automatico, caricando versioni più leggere delle medesime pagine web attivve già prima dell’avvento dell’acceleratore di Google.

Ecco spiegato come funziona Amp direttamente dalla pagina del blog di Google che ne offre un esempio. Per vederlo clicca qui.

Da notare che le pagine visualizzate grazie ad Amp non vengono in alcun modo privilegiate da Google Search.

L’aggiornamento di default dei siti e blog di Wordpres sarà graduale, spiega Ictbusiness.it: le pagine che sfrutteranno Amp presenteranno sotto il nome del collegamento un piccolo fulmine, ad indicare la possibilità di accedere ai contenuti da mobile in modo più veloce.

L’accelerazione effettiva in termini di tempo non è ancora nota, ma ad ottobre Pinterest, che è stato uno dei primi siti e social a testare Amp, aveva dichiarato una riduzione dei tempi di caricamento pari al 75%.