Facebook accetta di pagare milioni di tasse in più nel Regno Unito, dice la società fondata da Mark Zuckerberg. Così le nostre operazioni saranno più trasparenti

Facebook pronta a pagare milioni di sterline in più di tasse nel Regno Unito. Lo rivela una nota interna della società fondata da Mark Zuckerberg, ripresa dalla Bbc, in cui si spiega la decisione di non dirottare più le entrate generate dalla pubblicità in Gran Bretagna, dove le aliquote sono più onerose (pari al 25%), verso paesi a minore tassazione come l’Irlanda. Pratica, quest’ultima, che è stata fortemente criticata dal governo di Londra.

Mark Zuckerberg (Foto: Olycom)

‘Questo cambiamento darà trasparenza alle operazioni di Facebook nel Regno Unito”, si legge nella nota di Facebook, che ha localizzato una sede in Irlanda, a Dublino, proprio per motivi fiscali, ricorda l’Agi.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

EBay accusa Amazon: pratiche illecite per sottrarre venditori alla piattaforma di retail

Feltri: il nemico Mauro deve ritornare a fare il direttore; non si capisce perchè sia stato messo da parte

Parte forte ma non fortissimo Rocco Schiavone. Vespa ammansisce Le Iene con la ‘denuncia’ di Di Maio