Editoria

07 marzo 2016 | 18:00

Dalla partecipazione in Fca alla Juventus, passando per il Gruppo Espresso e The Economist. Ecco come si struttura “l’impero di John Elkann”

Dopo l’operazione che ha portato alla fusione tra ItEdi e il Gruppo Espresso, con il contestuale annuncio del disimpegno di FCA da Rcs, si è ridisegnato una parte del panorama dell’editoria italiana.

MF-Milano Finanza venerdì ha realizzato un grafico nel quale ha riassunto come, dopo questa fuzione si riorganizza il portafoglio delle partecipazioni azionarie di Exor, la holding della famiglia Agnelli. Nonostante in molti abbiano sbrigativamente interpretato l’operazione come il disimpegno dal business dell’editoria della casata torinese, la famiglia, oltre al 5% nel Gruppo Espresso, da questa estate detiene il 43,4% del capitale dell’Economist, fetta che li rende a tutti gli effetti soci di riferimento del prestigioso giornale inglese.

Dalla partecipazione in Fca alla Juventus, ecco come è organizzato quello che MF “l’impero di John Elkann”.

Infografica pubblicata su ‘MF-Milano Finanza’, venerdì 5 marzo