08 marzo 2016 | 18:20

L’uscita di Fca dal Corriere non impatta sulla negoziazione del debito, dice l’ad di Unicredit, Ghizzoni. Cioli (Rcs): concentriamoci sul piano e vendiamo Veo al prezzo che vogliamo

La trattativa con le banche per la ristrutturazione del debito di Rcs si concluderà velocemente, ha dichiarato l’ad di Unicredit, Federico Ghizzoni, a margine di un evento Vodafone. E per Laura Cioli si può chiudere entro fine mese, anche se l’ad di Rcs non vuole discutere della durezza del comunicato del cdr sull’annuncio dell’uscita di Fca. Lo riporta l’Agi.

Come riferito dall’agenzia, l’ad di Unicredit, Ghizzoni, ha dichiarato che la ristrutturazione del debito di Rcs “va avanti senza problemi, credo che sarà conclusa in tempi ragionevolmente veloci”.

Federico Ghizzoni, ad di Unicredit (Foto: Olycom)

“Le ultime vicende non dovrebbero impattare sulla negoziazione”, ha aggiunto riferendosi all’annuncio di Fca di uscire dall’azionaraito di Rcs. “Sono fiducioso che si concluderà positivamente.

Per Ghizzoni, “il piano industriale non ha nulla a che fare con le decisioni degli azionisti. Sono due cose separate”. Mentre “c’e’ un clima molto propositivo da parte delle banche”.

“Sono qui da poco, non voglio discutere le storie passate degli azionisti”, ha risposto invece l’ad di Rcs Laura Cioli a chi le ha chiesto un commento sulla durezza del cdr del Corriere della Sera all’annuncio che Fca uscirà dall’azionariato del gruppo editoriale.

“Il Corriere della Sera è indipendente e continuerà ad esserlo”, ha spiegato Cioli, “farà quello che ha sempre fatto a prescindere dalla situazione degli azionisti che non condizionano in alcun modo ciò che Corriere fa e dice”.

Con l’uscita di Fca cosa cambiera’? “Noi continuiamo a lavorare e a fare le cose che abbiamo detto; per quanto ci riguarda dobbiamo essere focalizzati sul piano”, ha risposto Cioli.

La trattativa con le banche sulla ristrutturazione del debito di Rcs “sta andando avanti come da programma, con una normale dialettica e pensiamo che possa concludersi entro fine mese”, ha affermato l’amministratore delegato di Rcs.

Per quanto riguarda il dossier relativo alla vendita della tv Veo, ha concluso Cioli, “la trattativa procede, come ho sempre detto venderemo a prezzo che desideriamo”.