08 marzo 2016 | 18:25

La Rai debutta nel 4k e si prepara a trasmettere con l’Ultra alta definizione 8 partire dei prossimi Campionati Europei

di Anna Rotili – Con gli Europei di calcio la Rai sfida Sky e si lancia nel 4K. In occasione dell’evento calcistico, che prenderà il via il 10 giugno, viale Mazzini lancerà un canale dedicato a trasmettere l’Ultra Alta definizione (l’altro nome con cui si definisce il 4K), il nuovissimo formato tecnologico che consente una qualità di visione quattro volte superiore all’Alta definizione e una spettacolarità immersiva delle immagini.  

Saranno otto le partite 4k degli Europei: la partita che apre l’evento e la finalissima  a cui si aggiungeranno i quarti e le semifinali, un esperimento reso possibile dalla stretta collaborazione con Eutelsat Italia con cui la Rai rafforza una partnership tecnologica che viene da lontano.

Renato Farina, amministratore delegato di Eutelsat Italia

E’ la prima volta che la Rai si cimenta nell’Ultra Hd: è un passo simbolicamente molto rilevante con cui il servizio pubblico riprende a marcare la leadership sul fronte tecnologico, ma è anche il segnale che vuole riprendersi un posizione importante nello sport.

Per Eutelsat, che da tempo sta giocando un ruolo chiave nella diffusione dell’Ultra Hd, sia sul fronte dei broadcast che dei consumatori, ed ha un proprio canale 4k trasmesso stabilmente su Tivùsat, la nuova sfida degli Europei è la ciliegina sulla torta di un lungo e fruttuoso lavoro fatto nel corso degli  anni con la Rai.