08 marzo 2016 | 18:12

‘HeForShe. La parità di genere riguarda tutti. Anche gli uomini’. L’evento organizzato da Vodafone a Milano in occasione della festa della donna

“Raggiungere il 30% di donne tra i ruoli manageriali, portare le comunicazioni a 100 milioni di donne in Paesi emergenti dove noi operiamo e che non hanno accesso né a comunicazione, né a servizi finanziari o a educazione; educare 3 milioni di rifugiati nei campi profughi in Africa, in particolare donne, per dare loro futuro”. Questi sono i tre “impegni hard” assunti dal Gruppo Vodafone per la parità di genere. Li ha illustrati Vittorio Colao, ceo del gruppo Vodafone, in occasione dell’evento ‘HeForShe. Un passo avanti. La parità di genere riguarda tutti. Anche gli uomini’, organizzato oggi a Milano da Vodafone Italia, insieme ai partner UN Women, Valore D e La 27esima Ora, che si inserisce nell’ambito dell’omonima campagna ‘HeForShe’ promossa dalle Nazioni Unite, che ha come obiettivo coinvolgere e sensibilizzare gli uomini sulla parità di genere.

“Non vogliamo cavarcela col solito mazzetto di mimose”, ha spiegato dal palco del Vodafone Village l’amministratore delegato di Vodafone Italia, Aldo Bisio. “Creare consapevolezza su questa campagna istituzionale di ‘HeForShe’ è un’occasione molto importante per tutti”, ha aggiunto. Guardano ai tassi di occupazione delle donne rispetto agli uomini, per Bisio le “donne rappresentano la più grossa opportunità mancata per lo sviluppo dell’economia nei prossimi 20-30 anni”. Ben vengano, ma non bastano le quote rose, ha aggiunto, “noi manager dobbiamo creare le condizioni nelle aziende affinché le quote rose non rappresentino solo il fiore all’occhiello, ma per far sì che l’aspetto meritocratico sia permeato in tutti i rami aziendali”.

Da sinistra Giovanni Azzone, rettore Politecnico, l’onorevole Mara Carfagna , Nella Nella foto, da sinistra si riconoscono: Renato Mazzoncini, ceo Ferrovie dello Stato, Federico Ghizzoni, ad gruppo Unicredit, Davide Tattoli, fondatore e manager Talent Garden, e Alessandro Rosina, professore Economia Università Cattolica

Accanto ai due manager di Vodafone erano presenti Giovanni Azzone, rettore del Politecnico di Milano, l’onorevole Mara Carfagna, Davide Dattoli, cofounder di Talent Garden, Federico Ghizzoni, ceo di UniCredit, Renato Mazzoncini, ceo di Ferrovie dello Stato e Alessandro Rosina, professore ordinario dell’Università Cattolica di Milano, che hanno risposto alle domande degli studenti degli atenei milanesi in un Question Time.