08 marzo 2016 | 18:30

La fusione tra ‘Stampa’ e ‘Repubblica’ non mi preoccupa, dice il direttore del ‘Corriere’, Luciano Fontana. Ci sarà più competizione, ma abbiamo le carte in regola per affermare il nostro valore

“Non sono affatto preoccupato” per l’operazione che porterà all’incorporazione de ‘La Stampa’ e del ‘Secolo XIX’ nel Gruppo L’Espresso, “anzi credo che diventerà ancora più interessante la competizione in Italia”. Così il direttore del Corriere della Sera, Luciano Fontana, a margine di un evento Vodafone.

Luciano Fontana

Luciano Fontana

“Mi auguro – ha aggiunto Fontana – che ci siano tanti giornali in Italia e che il pluralismo venga salvaguardato, perché meno voci e meno giornali ci sono e meno libero è il paese”.

Dalla fusione tra ‘Stampa’ e ‘Repubblica’, ha concluso Fontana, “nasce uno scenario competitivo diverso da cui il Corriere della Sera e il suo gruppo hanno tutte le carte in regola per competere e affermare ancora di più i propri valori di indipendenza e pluralismo e di serietà dell’informazione che caratterizzano il Corriere della Sera”.