09 marzo 2016 | 8:58

Renzi sulle voci di fusione Orange-Telecom Italia: lieti di accogliere chi ha soldi da investire e idee. E il premier francese Hollande: servono campioni a livello europeo

L’Italia è lieta di accogliere chi ha soldi da investire e idee, ha detto oggi il premier Matteo Renzi rispondendo alla domanda di un giornalista sulla possibilità di una integrazione tra il gruppo francese Orange e Telecom Italia. Lo riporta Reuters.

“Siamo ben felici se si potrà realizzare un polo in grado di valorizzare la cultura latina, europea, ma lasciamo che sia il mercato a fare la propria parte, che siano coloro che hanno soldi da investire a farsi sentire…. Chi ha soldi e progetti per creare posti di lavoro e idee intriganti sappia che l’Italia è il posto adatto per provare a sperimentare le proprie capacità”, ha detto Renzi nella conferenza stampa congiunta seguita al vertice italo-francese a Venezia.

Dal canto suo il presidente francese Francois Hollande ha detto che bisogna “avere dei campioni a livello europeo in particolare in alcuni settori del futuro”, citando tra gli altri le energie rinnovabili, l’industria navale e la difesa.

“Anche nelle telecomunicazioni: se vogliamo avere un peso su questo mercato, se vogliamo avere la dimensione necessaria per andare avanti ci devono essere dei contatti. Poi chi sarà azionista di maggioranza o minoritario, questo lo vedranno le aziende. L’importante è avere un peso”.