11 marzo 2016 | 11:38

Il presidente di Telecom Italia Recchi: la fusione con Orange una fantasia, siamo focalizzati sulla riuscita del piano industriale. L’alleanza con Mediaset? Non è sul tavolo

Una fantasia, un’operazione che è “solo nella testa” dell’amministratore delegato di Orange, Stephane Richard. Il presidente di Telecom Italia, Giuseppe Recchi, smentisce così le voci circolate nei giorni scorsi in merito alla fusione tra la telco italiana e Orange.“Non ci sono dossier di alcun tipo sul tavolo, ne’ alcuno studio di sinergia neppure a livello di potenzialità”, ha detto il manager, parlando di operazioni che “non ha trovato riscontro in nessuna delle nostra procedure di governance”. “Le dichiarazioni di interesse un po’ troppo frequenti e talvolta discordanti da parte dei vertici dell’operatore di tlc transalpino stanno avendo riflessi sul titolo”, ha detto, secondo quanto riportano le agenzie. “Immagino che un faro Consob sia acceso visto che il titolo si sta muovendo”, ha aggiunto.

Giuseppe Recchi (foto Olycom)

 

“Oggi nell’azienda l’attività del consiglio di amministrazione è totalmente focalizzata a migliorare l’efficienza, ad aumentare gli investimenti, a rafforzare le infrastrutture”, in linea con il piano industriale di Telecom Italia che nel triennio 2016-2018 prevede investimenti per 12 miliardi di euro, ha specificato ancora Recchi, che, alle domande sulle ipotesi di una possibile alleanza con Mediaset ha risposto: “Non c’è niente, non è sul tavolo”.

In merito alla questione banda larga, il presidente Recchi non ha chiuso alla possibilità di sinergie future con Enel. “Non siamo condannati a dover costruire: saremmo ben felici di prendere in affitto” l’infrastruttura “da terzi”, ha detto.
Un’eventuale scelta in questa direzione, ha tuttavia osservato Recchi, “dipenderà dalle decisioni del Regolatore sul prezzo d’accesso” alla rete “che verrà stabilito”. In altre parole, se il prezzo risultasse conveniente, Telecom potrebbe scegliere in alcune zone di non duplicare gli investimenti ma di prendere in affitto tratti della dorsale che verrà realizzata a partire da maggio.