16 marzo 2016 | 11:09

Due offerte sul piatto per Inwit: la cordata italo-spagnola Cellnex-F2i che farebbe scattare l’Opa e l’operazione da 200 milioni di Ei Towers che lascerebbe il controllo delle torri nelle mani di Telecom Italia

Due offerte sul tavolo per Inwit, la società delle torri controllata da Telecom Italia. Dopo la binding offer inviata due giorni fa dalla cordata italo-spagnola formata da Cellnex-F2i, ieri in serata Ei Towers (Mediaset) ha proceduto a inviare l’offerta, al termine di un cda fiume. Lo scrive Dowjones spiegando che, invece, American Tower ha deciso di ritirarsi dalla partita.

La struttura delle due offerte domani all’esame del cda di Telecom Italia sono diverse. Cellnex e F2i partono da una proposta iniziale di 4,5 euro/azione per il 45% di Inwit, anche se l’offerta, secondo quanto risulta a Dowjones, dovrebbe essere più alta e il valore complessivo potrebbe essere vicino a 3 miliardi e se accettata scatterebbe l’Opa obbligatoria sulla società.

L’operazione Ei Towers, invece, prevede l’acquisto da parte della stessa Inwit di una parte delle torri Ei Towers e il successivo ingresso della controllata di Mediaset nel capitale della nuova società con una quota inferiore al 30%, lasciando il controllo nelle mani di Telecom. Un’operazione del valore di 200 milioni di euro.