16 marzo 2016 | 18:43

Via libera dal Cda Rai ai palinsesti estivi. Illustrata dal dg Campo Dall’Orto un’analisi di scenario e di prospettiva sulla situazione dell’audiovisivo in Italia

Via libera dal Cda Rai ai palinsesti estivi, esaminati nella riunione in programma oggi e illustrati dal direttore generale Antonio Campo Dall’Orto. Un’estate all’insegna di Europei di calcio e Olimpiadi. La programmazione, illustrata dal nuovo direttore del coordinamento dei palinsesti Giancarlo Leone, è nel segno dello sport, con Rai2 che sarà  rete olimpica, con una programmazione ininterrotta, dal 5 al 21 agosto, dalle 12.30 alle 6 del mattino, ma saranno fortemente coinvolte RaiSport1 e RaiSport2.

Le reti tematiche, come spiega Ansa, ospiteranno anche i Giochi Paralimpici dal 7 al 18 settembre. Per quanto riguarda gli Europei di calcio, dal 10 giugno al 10 luglio, saranno 27 le partite in diretta sulla tv pubblica (per 50 ore complessive), di cui 23 in prima serata. Previsti anche programmi pomeridiani su Rai2 e approfondimenti notturni. Oltre al calcio e alle Olimpiadi, ci sarà spazio anche per il Tour de France, trasmesso su Rai3 dal 2 al 24 luglio, gli Europei di atletica dal 6 al 10 luglio, gli Europei di scherma dal 20 al 25 giugno e la Supercoppa di calcio. A dare una nuova impronta alla programmazione sportiva sarà il nuovo direttore della testata Gabriele Romagnoli, che punterà su una maggiore narrazione degli eventi.

Antonio Campo Dall’Orto (foto Olycom)

Per il resto si prosegue nel segno della tradizione con Unomattina estate e Estate in diretta nel day time di Rai1, ora guidata da Andrea Fabiano. Confermate anche le spedizioni documentaristiche, come Overland. Nuovo ciclo di Superquark, inoltre, in prima serata. Rai2, con al timone Ilaria Dallatana, punta su docureality dal titolo Coppie in attesa e Agenzia investigativa. Ci sarà anche un programma di divulgazione scientifica in seconda serata, mentre si studia una formula estiva di Pechino Express. Sulla terza rete di Irene Bignardi spazio a Ballarò e Chi l’ha visto fino alla prima settimana di luglio, mentre Agorà andrà avanti, con la stessa formula dell’anno scorso, nella sua edizione estiva. In onda, inoltre, programmi consolidati come I dieci comandamenti e La grande storia.

I direttori delle tre reti generaliste, intervenuti in cda insieme da Angelo Teodoli, ora alla guida di Rai Gold, non si sono sbilanciati sulla programmazione autunnale che dovrà essere presentata a fine giugno, sottolineando genericamente l’esigenza di innovare il palinsesto, grazie al lavoro di squadra. In cda sono anche stati illustrati i dati del settore audiovisivo in vista della presentazione del piano industriale entro la fine di aprile e delle consultazioni per il rinnovo della concessione, che vedranno un rappresentante della tv pubblica in ognuno dei tavoli predisposti a partire dal 12 aprile dal ministero dello Sviluppo Economico. Quanto al tema della trasparenza dei compensi, il dg Antonio Campo Dall’Orto, su sollecitazione del consigliere Arturo Diaconale, ha assicurato che saranno resi noti entro giugno in ottemperanza della legge.